Andrey Rublev pacato dopo la sconfitta: "È stata una lezione"



by   |  LETTURE 5485

Andrey Rublev pacato dopo la sconfitta: "È stata una lezione"

Alla vigilia del match era il grande favorito della semifinale ma le cose non sono andate affatto come previsto. Il tennista russo Andrey Rublev si è arreso in semifinale a Casper Ruud, sconfitto in malo modo contro il tennista nordico.

La sfida è davvero durata pochi minuti con Andrey che si è lasciato prendere dalla frenesia e Ruud che ha dominato il match inanellando una serie incredibile di game consecutivi. Netta vittoria e Ruud affronterà così Novak Djokovic nella finale delle Atp Finals di Torino.

Tanto rammarico per il russo, molto nervoso nel corso del match, ma Rublev ha avuto un atteggiamento molto più pacato nel post partita. Il Top Ten russo è intervenuto in conferenza stampa ed ha rilasciato interessanti dichiarazioni, ecco le sue parole: "Casper ha giocato molto bene, è stato davvero solido.

Dopo aver perso il servizio ho provato a giocare in maniera aggressiva ma ho sbagliato troppo e lui è andato via. Quando sono rientrato nel match era ormai troppo tardi"

Rublev fiducioso nonostante la sconfitta

Il tennista russo è apparso comunque abbastanza ottimista e felice nonostante il ko e nel post partita ha parlato della vittoria analizzando in maniera pacata e chiara la sconfitta.

Ecco il resoconto del match e soprattutto del torneo: "Prendo molte cose positive, ho raggiunto per la prima volta la semifinale in un torneo importante come questo, prendo tanta fiducia e questa sfida è una lezione per me.

Ora ho tempo per migliorare, vedremo come posso migliorare e come potrà andare in Australia. Non vedo l'ora comunque che inizi la prossima stagione" È stata una stagione dura per Rublev, dove, Andrey ha pagato anche il fatto di essere un tennista russo durante la guerra e per questo motivo ha dovuto inoltre rinunciare allo storico torneo di Wimbledon (vietato ai russi a causa della guerra tra Russia e Ucraina), in una situazione che Rublev ha sentito e pagato particolarmente.

Ora potrà riposare, ovviamente niente Coppa Davis per lui, e potrà lavorare in vista della prossima stagione, dove cercherà di migliorare ancora.

Photo Credit: Atp Tour