Tutta la delusione di Andrey Rublev: "Mi sono spento. Non so cosa dire"



by   |  LETTURE 5120

Tutta la delusione di Andrey Rublev: "Mi sono spento. Non so cosa dire"

Andrey Rublev ha provato a mettere in difficoltà Novak Djokovic nel secondo incontro di Round Robin alle Nitto ATP Finals, ma la sua carica esplosiva si è spenta sotto i colpi del suo rivale. A cambiare le sorti di un primo set molto equilibrato, è stato il comodo smash sbagliato dal russo sul punteggio di 4-5, 40-40.

Djokovic ha subito sfruttato l’occasione mettendo pressione a Rublev. Il 25enne di Mosca non è riuscito a cancellare dalla sua mente il grave errore ed è apparso molto nervoso nella seconda frazione di gioco; che il belgradese ha finito per dominare in lungo e in largo.

La delusione di Rublev: "Si è giocato un solo set"

“Penso che il match sia durato un solo set, perché nel secondo mi sono completamente spento. Non si è più giocato a tennis. Era tutto chiaro.

Il primo set è quello più duro da affrontare contro Novak, sopratutto su questa superficie. Ha servito davvero bene, un’altissima percentuale di prime palle tutte molto vicine alla riga. Non ho mai avuto la possibilità di fare davvero qualcosa.

Solo una volta sono stato avanti 15-30, ma niente di speciale” , ha dichiarato Rublev in conferenza stampa. “Gestione delle emozioni? Riguarda un po’ tutto. Anche le tipiche situazioni nella vita di tutti i giorni, quando sei stressato e affronti diversi problemi.

Provo ad affrontare anche quelli con calma. Sono cose che possono aiutarti. Anche sul campo, ovviamente. Inizia tutto dagli allenamenti. Devi farlo tutti i giorni, guardando video sulla meditazione e cose del genere. Esiste un gap con i top players? Non lo so, onestamente.

Ovviamente Novak e Rafael Nadal sono sempre i favoriti in ogni torneo. Tutti si aspettano di vederli in finale. Non so cosa dire. Novak è uno dei più grandi di sempre” . Per guadagnare l’accesso alle semifinali, Rublev dovrà battere Stefanos Tsitsipas il prossimo venerdì.

“Non so cosa aspettarmi. Non sto ancora pensando al mio prossimo match. Sto ancora cercando di analizzare la sconfitta con Djokovic. Loro devono ancora giocare, dipende dal risultato che raggiungeranno. Ovviamente farò del mio meglio nell’ultimo match. Non importa il risultato” .
Photo Credit: AP