Daniil Medvedev, altra frecciata a Wimbledon dopo la sconfitta contro Rublev



by   |  LETTURE 3249

Daniil Medvedev, altra frecciata a Wimbledon dopo la sconfitta contro Rublev

L’esordio di Daniil Medvedev alle ATP Finals di Torino non si è rivelato all’altezza delle aspettative. L’ex numero uno del mondo non ha fatto la differenza con il servizio ed è stato spesso costretto a rincorrere il suo avversario nel corso del match.

Il derby contro Andrey Rublev è terminato al tie-break del terzo set e reso estremamente complicato l’obiettivo qualificazione per Medvedev, che si è arreso con il punteggio di 7-6( 7) , 3-6, ( 7) 6-7.

Il 26enne di Mosca si è salvato nel primo parziale annullando ben sette set point, ma ha poi subito il ritorno di Rublev nel secondo. Un chirurgico schiaffo al volo trovato da Rublev sul quinto match point ha chiuso i conti nel tie-break finale.

Il percorso di Medvedev alle Finals, dopo la sconfitta contro il connazionale, diventerà quindi ancora più arduo. Il russo dovrà infatti sfidare Stefanos Tsitsipas e Novak Djokovic nei successivi due incontri di Round Robin.

Medvedev, altra frecciata a Wimbledon

“Abbiamo giocato diverse partite dure in passato. Sono molto deluso per la sconfitta, ma felice per il modo in cui si è sviluppata la partita. Non vedo l’ora di giocare i prossimi match per provarli a vincere e passare il girone” , ha dichiarato Medvedev in conferenza stampa.

“Il campo è molto veloce e avrei potuto servire meglio in alcuni momenti. Mi sarebbe piaciuto giocare il mio miglior tennis in determinati momenti, ma non mi sentivo molto sicuro prima della partita. Hai bisogno di alcune partite per abituarti alle condizioni di gioco: è il campo indoor più veloce dell’anno questo.

Spero di giocare meglio la prossima partita. Questo è il motivo per cui ho commesso diversi errori. Ero in ritardo con le gambe e nei movimenti, colpivo la palla in ritardo. Scambi duri ma incredibili? Non lo so. Noi giocatori non parliamo molti di tennis.

Vogliamo tutti vincere e se riveli i tuoi segreti, diventi più vulnerabile. Ci sono alcune partite in cui ti senti intoccabile e sai che tutto quello che fai si trasforma in oro. Oggi non è stata una di quelle” .

L’esclusione da Wimbledon e l’incertezza legata alla partecipazione ad alcuni tornei, hanno reso la stagione dei tennisti russi più complicata del previsto. Medvedev ha parlato proprio del suo anomalo 2022 senza peli sulla lingua.

“Dipende di cosa stiamo parlando. Alcune cose restano importanti, questo è sicuro. Altre sono meno importanti. Se parliamo della Coppa Davis e della United Cup, dove non possiamo partecipare come squadra, mi aspettavo questa decisione.

Se parliamo di Wimbledon, pensavo che le cose potessero andare diversamente. Devo prendermi cura di me stesso e fare quello che devo fare in quanto giocatore di tennis. Voglio allenarmi bene, vincere le partite e i tornei. Penso che la vita sia già complicata e devi concentrati molto anche su te stesso” . Photo Credit: atptour.com