Aliassime, spalle al muro dopo il ko con Ruud. "Ma non sono l'unico sotto pressione"

Aliassime non perde la speranza dopo la sconfitta con Ruud. Anche se dovrà vincere con Nadal e Fritz per avere una chance di andare in semifinale

by Perri Giorgio
SHARE
Aliassime, spalle al muro dopo il ko con Ruud. "Ma non sono l'unico sotto pressione"

Dopo la clamorosa rincorsa verso le Finals, condita da tre titoli in tre settimane e dalla semifinale di Parigi-Bercy, Felix Auger Aliassime si è presentato a Torino piuttosto scarico. Testimonianza abbastanza evidente ed emblematica la sconfitta netta, al di là del punteggio, contro Casper Ruud.

Reduce parallelamente da un periodo non proprio brillante dalla finale raggiunta a New York. "La qualità della risposta ha fatto la differenza, credo. Ho avuto come la sensazione che il mio tennis nelle ultime settimane, negli ultimi mesi, fosse un po' vincolato dalla risposta.

E credo anche di aver risposto molto meglio di così" ha spiegato. "Ho servito bene, tranne in un game, ma ho fatto alcuni errori banali nel secondo set. Sicuramente potevo fare molto meglio e darmi qualche chance in più in risposta, ma contro un giocatore come Casper non puoi permetterti passaggi a vuoto" Solo un passaggio a vuoto, un calo fisiologico o alla fine della stagione le energie sono semplicemente venute meno? "A Parigi è stata dura.

Ho avuto un po' di raffreddore, ma niente di preoccupante. Niente che mi abbia impossibilitato oggi. Negli ultimi giorni ho avuto a che fare con un piccolo virus, ripeto niente che abbia influito sul rendimento del mio tennis"
Dopo le Finals, il delicatissimo appuntamento con la Davis.

"Sono sempre motivato, dall'inizio alla fine dell'anno. Cerco di affrontare ogni singolo torneo allo stesso modo, ogni partita ha la stessa importanza. Oggi avevo Casper davanti a me e ho cercato di dare il massimo. Fin quando non ho problemi fisici, posso dare tutto me stesso e spremermi al massimo.

Non è mai stato un problema" Per avere una chance di superare il girone, Aliassime dovrà battere sia Nadal che Fritz. "So di avere già le spalle al muro, certo. Sarebbe stato ovviamente meglio iniziare con una vittoria.

Ma anche per Casper credo sia un grosso peso sulle spalle. Io ho bisogno di riprendermi e di giocare un po' meglio. Non sono lontano dal farlo, ma ovviamente ho bisogno di sistemare alcune cose. Cercherò di sfruttare la giornata di domani per lavorare su alcune cose, poi vedremo come andrà la prossima partita"

SHARE