Tommy Paul spiega cosa vuol dire battere Rafael Nadal



by   |  LETTURE 2733

Tommy Paul spiega cosa vuol dire battere Rafael Nadal

Tommy Paul ha sconfitto a sorpresa Rafael Nadal nel secondo turno del Masters 1000 di Parigi Bercy ieri sera. Il numero 31 del mondo ha confessato ad Atpworldtour.com cosa significhi una tale vittoria a 25 anni: "E' sempre interessante giocare con uno dei big 3.

Probabilmente è la miglior vittoria della mia carriera

Era la seconda volta che ci affrontavamo, anche se non conterò la prima volta, dato che ero davvero nervoso, niente a che fare con questa. Oggi ero rilassato entrando in campo e ieri lo stesso.

Anche dopo il primo set sapevo che avrei avuto le mie possibilità, dovevo solo essere più aggressivo e vincere i miei primi servizi. Ho finito per giocare il mio miglior tennis negli ultimi tre mesi", ha dichiarato nel post partita l'americano, unico capace di battere Rafa Nadal prima dei quarti di finale a Parigi Bercy.

Dopo l' inizio in ritardo della sessione serale di Parigi, Paul è stato sotto un set e un break prima che un controbreak immediato a zero lo riportasse in partita nel secondo. L'americano ha iniziato a dettare legge da lì, creando altre tre occasioni di break con il suo gioco aggressivo sulla linea di fondo prima di chiudere il set al tie-break.

"Pensavo che quando mettevo la mia prima di servizio giocavo bene", ha detto Paul, che ha messo a segno il 67% delle sue prime nel secondo set. L'americano è ora incredibilmente 4-4 negli head to head contri i top 5 e affronterà Pablo Carreno Busta nel prossimo turno a Bercy.

Per Rafael Nadal adesso arrivano le AtpFinals di Torino, dove non arriverà al meglio della condizione ma ha garantito la sua partecipazione: "È difficile per me immaginare di arrivare alle ATP Finals con abbastanza forma per vincere un torneo come questo che non ho vinto in tutta la mia carriera.

Per giocare contro i migliori giocatori del mondo dal primo giorno, devi essere presente e il ritmo, le condizioni, non accadrà. Quindi l'unica cosa che posso fare è cercare di essere lì prima, allenarmi bene con i ragazzi e poi dare il massimo in campo e spero che il livello del tennis sia lì, e anche il corpo", ha dichiarato preoccupato lo spagnolo.

Photo credits afp