Medvedev si gode il primo titolo da papà. "Mi sento di nuovo a mio agio"

Daniil Medvedev è riuscito a riprendersi proprio alla vigilia degli ultimi due appuntamenti della stagione. Sotto i tetti, si è dimostrato quasi ingiocabile. Le sue parole dopo la vittoria a Vienna

by Perri Giorgio
SHARE
Medvedev si gode il primo titolo da papà. "Mi sento di nuovo a mio agio"

Una vittoria che restituisce tranquillità e consapevolezza, soprattutto alla vigilia dell'ultimo appuntamento della stagione a Torino. Daniil Medvedev, che dalla finale agli Australian Open non aveva mai davvero trovato le armi per scrollarsi di dosso la delusione, a Vienna è ritornato quello vero.

Testimonianza più importante la vittoria in finale, firmata in rimonta contro uno Shapovalov sostanzialmente perfetto per un set e mezzo. Secondo titolo del 2022 e quindicesimo in carriera per il russo, che si è ripreso tra le altre cose anche la terza casella del ranking dopo aver blindato la qualificazione alle Finals.

"Sono molto contento, anche perché penso che questa sia stata senza dubbio la mia miglior partita della settimana. Denis [Shapovalov] ha giocato in maniera fantastica fino al 4-3 del secondo set. Quando ha abbassato leggermente l'intensità sono stato bravo ad approfittarne e a rimettere in sesto le cose.

Quando sai che i tuoi avversari giocano bene, le vittorie valgono molto di più" Non è un mistero che Medvedev abbia un rapporto speciale con questa fetta di stagione e soprattutto questa superficie. "Mi sento molto a mio agio.

Stiamo lavorando bene con tutto il team, soprattutto dal punto di vista del risparmio delle energie fisiche e mentali. Non vedo l'ora di disputare gli ultimi due tornei della stagione e di chiudere nella migliore maniera possibile.

Di solito ho sempre giocato bene" ha spiegato. Medvedev sui social ha commentato poi ovviamente un altro aspetto molto significativo. Quello a Vienna è stato il primo successo da papà della carriera del tennista russo, campione a Flushing Meadows nel 2021.

Insomma: Medvedev sarà sicuramente uno degli uomini da battere a cavallo tra il '1000' di Parigi Bercy e soprattutto le Finals, vinte nella surreale edizione del 2020. A Bercy è stato sorteggiato nella parte alta del tabellone e dopo un bye, affronterà il vincente del match della sfida tra Alex de Minaur e Sebastian Korda, avversario in linea del tutto teorica non banale.

Ipotetici quarti di finale con Frances Tiafoe - chiamato ad abbattere la resistenza del 'nostro' Lorenzo Sonego al primo turno - e uno tra Fritz e Aliassime ai quarti di finale in una sfida decisiva per l'ultima casella delle Finals.

Daniil Medvedev
SHARE