Davis Cup, 'difficoltà per Volandri sulle scelte. "Ma è un privilegio"



by PERRI GIORGIO

Davis Cup, 'difficoltà per Volandri sulle scelte. "Ma è un privilegio"

Filippo Volandri ha seguito la linea della continuità. Per le Finals di Coppa Davis farà infatti affidamento sugli stessi che hanno superato il girone. Matteo Berrettini, Jannik Sinner, Lorenzo Musetti, Fabio Fognini e Simone Bolelli.

Tre singolaristi fortissimi, che stanno vivendo però periodi decisamente diversi fra loro, con una coppia (quella dei chicchi) capace di vincere addirittura uno Slam e ancora in piena lotta per un posto alle Finals in questa stagione.

Esordio ai quarti di finale contro gli Stati Uniti di Mardy Fish, che dovrebbero riavere a disposizione Frances Tiafoe, in semifinale potenzialmente la Spagna. Orfana, sì, di Rafa Nadal impegnato in una tournée di esibizione in Sud America, ma con un gruppo foltissimo composto da Pablo Carreno Busta, Roberto Bautista Agut e ovviamente il numero uno del mondo Carlos Alcaraz.

Marcel Granollers per il doppio. Volandri alla vigilia ha commentato il tutto ai microfoni di Super Tennis. “A Bologna abbiamo costruito ancora di più un gruppo e aggiunto un mattone importante. Il nostro percorso è solo iniziato, ma stiamo facendo passi da gigante.

Ho tante scelte possibili in singolare, un doppio collaudato competitivo e anche altre combinazioni. Sono tutti titolari: possono scendere in campo Berrettini, Sinner, Fognini e Musetti, senza dimenticare Sonego, che non c’è perché posso convocare solo cinque giocatori.

Tutti si faranno trovare pronti. Ovvio che questo ti dà delle responsabilità in più ma è un privilegio: gestire una squadra importante e forte come la nostra mi rende molto fiducioso, anche per l’attaccamento che i ragazzi dimostrano quando vestono la maglia azzurra.

In Coppa Davis la coesione del gruppo è un elemento che può anche diventare decisivo”. Guardando alle avversarie: “Le avversarie che troveremo a Malaga sono forti, ma l’Italia lo è quanto le altre.

Gli USA, nostri rivali nei quarti, sono sicuramente una delle squadre più competitive, ma noi li affronteremo con la consapevolezza di potercela giocare alla pari. Del resto, se vogliamo andare avanti, dobbiamo provare a batterle tutte”. Photo Credit: Getty Images

Davis Cup Coppa Davis