"Unisce in sè i tre più grandi sempre". Patrick Mouratoglou incensa Carlos Alcaraz

L’ex coach di Serena Williams, Patrick Mouratoglou, non ha dubbi su Carlos Alcaraz: «Unisce le qualità dei tre giocatori più forti di sempre»

by Alessandro Maggi
SHARE
"Unisce in sè i tre più grandi sempre". Patrick Mouratoglou incensa Carlos Alcaraz

L’ex coach di Serena Williams, Patrick Mouratoglou, non ha dubbi su Carlos Alcaraz: «Unisce le qualità dei tre giocatori più forti di sempre».

Patrick Mouratoglou, parole al miele su Carlos Alcara

Patrick Mouratoglou è un santone del tennis mondiale.

Francese di origini greche, classe 1970, è stato per dieci anni il coach di Serena Williams, e nelle sue accademie ha iniziato ad allenarsi un certo Stefanos Tsitispas. Con Serena ha conquistato 2 Australian Open, 2 Roland Garros, 3 Wilmbleon, 3 US Open e l’oro olimpico del 2012.

In generale, hanno lavorato ai suoi servizi Marco Baghdatis, Anastasia Pablyuchenkova, Aravane Rezai, Yanina Wickmayer, Laura Robson, Jeremy Chardy, Grigor Dimitrov, Coco Gauff. In tutto, 31 titoli di singolare e 4 di doppio.

Una carriera, insomma, inarrestabile. Guida di Simona Halep da quest’anno, Mouratoglou ha parole importanti per Carlos Alcaraz, nuovo numero uno del mondo, ai microfoni di TennisMajors. «Ha la capacità di combinare potenza in ogni colpo ad una mano educata.

Di solito, un tennista si distingue per una cosa o per l'altra, lui invece le ha entrambe. Il mondo in cui possa giocare è del tutto imprevedibile: padroneggiando ogni tipo di colpo è assolutamente il giocatore più completo mai visto a 19 anni».

Inevitabilmente, si vanno a “scomodare” i più grandi: «Unisce le qualità dei tre migliori tennisti di sempre. Ha una capacità di gioco in contropiede impressionante, del tutto paragonabile a quella di Djokovic, può organizzare lunghi scambi dando molto effetto e peso alla palla, come Nadal, ma quello che mi piace è quello stile che richiama a Federer».

Poi, c’è la testa: «È molto aggressivo e tremendamente creativo in campo, propone sempre qualcosa, ad ogni colpo. La velocità con cui riesce a scendere in campo è qualcosa che ricorda assolutamente Roger.

Inoltre, serve molto bene per la sua altezza». Ovviamente, resta da vedere se Carlos sarà in grado di esplorare i propri limiti e di avere un grande margine di miglioramento, come comunque suggerisce il suo stesso allenatore, Juan Carlos Ferrero, che dopo il suo trionfo a Flushing Meadows ha dichiarato di vederlo al 60% delle sue possibilità.

Patrick Mouratoglou Carlos Alcaraz Serena Williams
SHARE