Musetti: "Ho avuto un attacco di panico. Non mi sono ritirato per Firenze"

Lorenzo Musetti non ha avuto problemi agli addominali, bensì un attacco di panico. Il tennista azzurro ne ha parlato in conferenza stampa dopo la dolorosa sconfitta con Aliassime

by Perri Giorgio
SHARE
Musetti: "Ho avuto un attacco di panico. Non mi sono ritirato per Firenze"

Lorenzo Musetti ha illuminato Firenze con due vittorie esaltanti prima di lasciare strada a Felix Auger Aliassime a un passo dalla finale. Il talento azzurro si è ovviamente presentato in conferenza stampa in maniera affranta, spiegando come quello che sembrava un 'semplice' problema agli addominali, sia stato in realtà un attacco di panico.

"Diciamo che è mal di stomaco, un blocco del diaframma non saprei come definirlo. Mi ha abbastanza condizionato, anche se non voglio togliere alcun merito a Felix che ha iniziato fin da subito a giocare veramente bene e darmi fastidio col suo gioco.

Sicuramente non ero al mio meglio dal punto di vista fisico. Sono amareggiato. Cercherò di trovare il lato positivo da questa sconfitta" ha spiegato dopo essere stato interrogato dalla stampa sui motivi del medical time out.

Problemi che per il tennista azzurro sono iniziati nel cuore del secondo set. Dopo aver lasciato per strada il servizio nel sesto game e aver mancato due chance per rientrare nel parziale sul 2-4, 'Muso' ha infatti chiesto l'intervento del fisioterapista in campo e al rientro in campo non ha trovato più comprensibilmente armi per rimanere agganciato al punteggio.

Se non quanto meno nelle fasi iniziali del secondo.

"Ho avuto un attacco di panico": le parole di Musetti dopo la sconfitta

"Ho avuto lo stesso problema nel circuito Juniores dove non ero abituato a certi tipi di pressione.

Le prime esperienze. Ora era da tanto che non mi capitava, era successo contro Baez alle Next Gen di Milano l'anno scorso e una volta che mi viene in campo è difficile da gestire. Non ho mai sofferto di attacchi di panico, ma è una cosa che non riesci a superare durante la partita.

E ci vuole tempo per tornare alla normalità, Non mi sono voluto ritirare perchè non mi sembrava giusto nei confronti delle persone che erano venute qui a vedermi. Ho preferito di cercare di tirare fuori quello che avevo e di chiudere dignitosamente. Ora mi sento un po' debole e triste per come è finito il torneo" ha concluso. Photo Credit: Getty Images

Lorenzo Musetti
SHARE