Anastasia Gasanova difende la Russia e attacca duramente l'Ucraina



by ANTONIO FRAPPOLA

Anastasia Gasanova difende la Russia e attacca duramente l'Ucraina

La guerra tra Russia e Ucraina continua a creare forti tensioni anche nel mondo dello sport. A scatenare la reazione della russa Anastasia Gasanova sono stati i numerosi post pubblicati a favore dell’esplosione del ponte di Crimea, tra cui figura anche il commento della giocatrice ucraina Marta Kostyuk.

Gasanova ha deciso di rompere il silenzio e di attaccare l’Ucraina raccontando la sua storia e portando alla luce la sua versione dei fatti.

Gasanova difende la Russia e spara a zero sull'Ucraina

Attraverso diverse storie pubblicate su Instagram, la tennista russa ha spiegato: "Ciao a tutti.

Ho resistito a lungo, ma è arrivato il momento di raccontare la mia storia. Nel 2013 sono arrivata nella città di Odessa, nel sud dell'Ucraina, e questa era la mia base di allenamento. Tutta la mia squadra era di Odessa, cioè erano ucraini.

A quel tempo, anche il mio sponsor era ucraino. Tutto è andato bene fino al 2014, quando c'è stato un colpo di stato dell'Ucraina. Un colpo di stato armato, non come quello che raccontano. Ora è di moda dire che 'l'Ucraina è riuscita a far cadere il regime attraverso manifestazioni anti-governative.

Il 2 maggio 2014 ha rappresentato un prima e un dopo nella mia vita. Siamo stati costretti a lasciare l'Ucraina. A quel tempo indossavo la divisa della nazionale russa e fino al 2 maggio le persone erano molto amichevoli, le persone amano la Russia lì .

Dal 2 magggio, però, è stato impossibile indossare quella divisa, perché avrebbero potuto fucilarmi. Senza un posto in cui allenarmi e senza una squadra, il mio percorso di crescita ha subito una frenata.

Nel 2015 ho trovato un circolo a Ryazan (Russia). Solo il mio allenatore è rimasto con me, quindi abbiamo costruito tutto da zero. La Russia, come molti dicono, ha 'occupato' Donetsk. Peccato che per qualche motivo le persone di Donetsk vengono in Russia per lavorare.

Perché non hanno condiviso nulla in questi 8 anni? Perché non era di moda. Sai qual è stata la reazione dei residenti di Donetsk quando il presidente della Federazione Russa ha annunciato un'operazione speciale? Lacrime di felicità" .

La Gasanova si è poi soffermata direttamente sull'esplosione del ponte di Crimea. "A qualcuno è importato che ci fossero dei civili o meno durante l'esplosione del Ponte? Quando muiono civili in Ucraina a causa dei bombardamenti è una tragedia; se succede in Russia però...

La mia posizione è chiara ora? Grazie per l'attenzione" . Photo Credit: Getty Images

Anastasia Gasanova