Francesco Passaro, dall'amicizia con Lorenzo Musetti al sogno Next Gen ATP Finals



by ANTONIO FRAPPOLA

Francesco Passaro, dall'amicizia con Lorenzo Musetti al sogno Next Gen ATP Finals

Francesco Passaro si è messo in mostra nel circuito Challenger quest’anno e ha conquistato, grazie a una serie di discreti risultati, la 122esima( attualmente è il numero 126 del mondo, ndr) del ranking ATP.

Il tennista classe 2001 ha perso quattro finali contro giocatori del calibro di Holger Rune, Lorenzo Musetti e Federico Coria; mentre ha sollevato al cielo il primo titolo Challenger a Trieste lo scorso luglio. Le grandi prestazioni che hanno caratterizzato la sua stagione gli hanno permesso di portarsi alla nona posizione della Race to Milan e, considerando che Carlos Alcaraz e Jannik Sinner difficilmente prenderanno parte alle Next Gen ATP Finals, il sogno di disputare un torneo così importante di fronte al pubblico di casa è più vivo che mai.

Passaro, dall'amicizia con Musetti al sogno Next Gen Finals

“Quando ho iniziato a giocare per la prima volta a tennis all’età di sei anni, la mia famiglia viveva praticamente all’interno del circolo.

La mia casa si trovava a due minuti dal circolo e per me era facile raggiungerlo. Così ho iniziato a frequentarlo, ho conosciuto tanti amici e sono diventati la mia seconda famiglia. Penso di aver speso più tempo lì che a casa” , ha raccontato Passaro al sito ufficiale dell’ATP.

“Giocavo anche a calcio. Ho giocato solo a calcio per un anno; partecipavo a pochi tornei di tennis. Ero un ottimo attaccante, ma poi ho realizzato che volevo giocare solo a tennis. Finali perse contro Rune e Musetti? Entrambe al terzo.

Contro Holger, ero avanti 4-2 e ho avuto la possibilità di ottenere un altro break nel terzo. Non è stato facile il post-partita, ma sapevo di aver giocato bene contro un grande giocatore. Ho capito quelle che erano le mie capacità.

Lorenzo è un grande tennista, quindi dovevo restare positivo dopo la sconfitta contro di lui. Arnaldi, Musetti, Zeppieri e Nardi sono amici stretti ed è bello avere la possibilità di giocare tanti tornei insieme.

Quando uno dei ragazzi che conosci inizia a vincere, pensi: ‘Anche io posso farlo’ . Quindi miglioriamo i nostri risultati in questo modo ogni settimana. I tornei in Italia ci aiutano molto. Abbiamo l’occasione di giocare grandi tornei in Italia ogni settimana” .

Passaro si è infine soffermato sul sogno chiamato Next Gen Finals. “Ho seguito il torneo in televisione negli ultimi anni, anche quando Jannik Sinner ha vinto. Rappresenta una grande opportunità per me, perché si gioca in Italia e ci saranno i migliori tennisti under-21.

È un grande obiettivo. Quest’anno sono cresciuto molto” . Photo Credit: via Instagram Francesco Passaro

Lorenzo Musetti Atp Finals