Sherif vince a Parma e riscrive la storia dell'Egitto: "Jabeur mi sprona"



by   |  LETTURE 3118

Sherif vince a Parma e riscrive la storia dell'Egitto: "Jabeur mi sprona"

Per comprendere la portata del successo di Mayar Sherif basterebbe dare una rapida occhiata del ranking e spolverare il nome di Sandra Samir, numero due nazionale. La ventiseienne è diventata la prima tennista egiziana a vincere una partita nel tabellone principale di uno Slam, la prima ad abbattere il muro della Top 50 e soprattutto la prima ad aggiungere alla collana dei titoli una perla nel circuito maggiore.

Straordinaria la settimana a Parma, condita tra le altre cose dalla vittoria in finale ai danni della numero sette del mondo Maria Sakkari. Nel corso di una lunga intervista rilasciata ad 'Arab News' la tennista egiziana si è soffermata sulle emozioni e soprattutto sulle ambizioni per il futuro.

"Mi sentivo così stanca dopo la vittoria che a malapena riuscivo a parlare. Lo scorso anno avevo perso una finale nel circuito maggiore, quindi ho semplicemente giocato la partita pensando di non volere risultato differente dalla vittoria.

Odio perdere le finali, l'anno scorso dopo averne perse due di fila ho detto al mio allenatore che quella successiva l'avrei vinta a ogni costo, sono felice di essere riuscita a mantenere la promessa" ha detto.

"Sono contenta di aver abbattuto così tanti muri oggi. Il primo titolo Wta e la prima vittoria contro una Top 10. Sì, è un sogno. Ho dovuto lottare mentalmente con me stessa e convivere con i problemi al piede in questo periodo, non pensavo neanche di poter riuscire a recuperare la forma migliore in così poco tempo.

Anche se probabilmente non ho giocato propriamente come avrei voluto, sono contenta di tutto quello che ho ottenuto" Il tennis arabo sta vivendo un momento magico. Ons Jabeur ha raggiunto due finali Slam nel 2022 e si trova appena alle spalle di Iga Swiatek, vera e propria dominatrice della stagione.

"Non sono assolutamente sorpresa da quello che sta facendo. Parliamo di una campionessa straordinaria che ha già raggiunti dei risultati irripetibili. Mentalmente è avanti a tante ragazze nel circuito e sì, mi ispiro a lei e mi sprona a fare sempre meglio.

Sono qui che ho appena vinto un '250' e penso già a cosa fare per ottenere risultati migliori. Questo lo devo a lei" ha concluso.