"Ci proveremo": Fognini e Bolelli regalano spettacolo nel doppio in Coppa Davis



by   |  LETTURE 10241

"Ci proveremo": Fognini e Bolelli regalano spettacolo nel doppio in Coppa Davis

Una grandissima prestazione contro uno dei team più forti al mondo in doppio, ovvero Nikola Mektic e Mate Pavic. Fabio Fognini e Simone Bolelli hanno fatto esplodere ulteriormente di gioia il numeroso pubblico presente sugli spalti dell'Unipol Arena di Bologna.

Una vittoria prestigiosa che ha regalato il successo per 3-0 all'Italia sulla Croazia. Nonostante il primo set perso 6-3, il duo italiano non si è dato per vinto ed è rimasto aggrappato al punteggio. Nel secondo parziale, ai vantaggi, i 'Chicchi' hanno piazzato il break decisivo che gli ha permesso di allungare ulteriormente la sfida (7-5).

Il terzo si è prolungato fino al tie-break e gli azzurri hanno avuto una marcia in più, soprattutto grazie a un'ottima partenza (4-0; poi chiusura per 7 punti a 3).

Le parole a fine match

Ai microfoni di Sky Fognini ha commentato l'affermazione: "Alla fine è stata un po' rocambolesca ma sono contento.

In questo tipo di eliminatoria tutti i punti contano e questo 3-0 lo volevamo. Sono felice perché con Simone abbiamo ancora una volta dimostrato di valere ampiamente le posizioni alte della classifica di questa specialità.

Durante la stagione abbiamo avuto tanta sfortuna, soprattutto nel periodo che ci serviva maggiormente ottenere ottimi risultati. A prescindere da Monte Carlo, a Madrid non siamo riusciti a entrare mentre al Roland Garros in Francia io purtroppo mi sono fatto male ed è saltata tutta la trasferta.

In America abbiamo giocato bene e sostanzialmente abbiamo perso da coppie che sono nelle prime otto piazze del ranking, quindi va bene" ha spiegato. Poi, riferendosi alla possibilità di giocare le Atp Finals di doppio a Torino: "Ci proveremo fino alla fine.

L'importante è che questa partita ci dia confidenza" ha aggiunto. Bolelli ha poi concluso: "All'inizio facevo fatica a trovare la risposta, il loro servizio era insidioso perché uno era mancino e l'altro destro.

Era difficile trovare i tempi giusti. Penso di aver giocato tutto il terzo set abbastanza bene, match complicatissimo ma lo sapevamo fin dall'inizio perché sono una delle coppie più forti al mondo. Ci tenevamo a far bene, a vincere e a conquistare questo punto per l'Italia. 3-0 è 3-0".