"C'è caos nella mia testa": la delusione di Osaka dopo la sconfitta agli Us Open

L'ex numero uno del mondo esce sconfitta al primo turno degli Us Open per mano di Danielle Collins

by Martina Sessa
SHARE
"C'è caos nella mia testa": la delusione di Osaka dopo la sconfitta agli Us Open

Come nel maschile, anche nel femminile le sorprese non mancano. Sono due le campionesse di Flushing Meadows che hanno salutato gli Us Open già al primo turno: Emma Raducanu e Naomi Osaka. La giapponese si è arresa in due set contro Danielle Collins, con il punteggio finale di 7-6, 6-3.

La due volte vincitrice del Grande Slam statunitense ha provato a dare una spiegazione alla sconfitta al primo turno. "Non avevo fiducia nel mio gioco, perciò ho giocato in modo più prudente di quanto avrei dovuto.

Sento anche di aver servito molto al di sotto rispetto alle mie possibilità. Collins è una tennista molto aggressiva, mi ha sempre colpito con molta pressione e ha colpito la palla senza pietà senza preoccuparsi di come è arrivata la mia palla.

– ha detto la tennista giapponese nella conferenza stampa post match, spiegando chi potrebbe essere per lei un’ispirazione - Ho avuto problemi con il dritto, forse dovrei allenare di più il colpo, forse dovrei analizzare il dritto di Alcaraz, che è uno dei migliori al mondo".

I problemi fisici e mentali di Osaka

Non è stato un anno facile per l’ex numero uno del mondo, che in questa stagione ha lottato sia contro problemi fisici sia problemi mentali. La campionessa Slam ha parlato di “confusione” nella testa e di dolori alla schiena che l’hanno accompagnato in questo 2022: "In questo momento ho bisogno di rilassarmi un po', prendermi qualche giorno di riposo, perché c'è molto caos nella mia testa, penso troppo.

Gli infortuni hanno condizionato tutta la mia stagione, solo pochi giorni fa non potevo nemmeno servire bene. Oggi ho gareggiato di nuovo e in campo ho sentito qualcosa di simile al divertimento. Il problema rimane non poter giocare come vorrei e questo porta alla sconfitta, che è sempre difficile.

Il mio desiderio più grande è poter giocare con continuità senza i problemi alla schiena. Ho la sensazione di aver dato il massimo oggi, ho fatto quello che potevo. La verità è che non ho piani precisi su ciò che accadrà". Photo credits: @usopen (Twitter)

Us Open Danielle Collins
SHARE