Daniil Medvedev, la difesa del titolo inizia bene: "Non sento pressione"



by   |  LETTURE 2592

Daniil Medvedev, la difesa del titolo inizia bene: "Non sento pressione"

Daniil Medvedev, negli ultimi anni, ha dimostrato di poter esprimere il suo miglior tennis agli US Open e al primo esordio da campione in carica in un torneo del Grande Slam non ha deluso le aspettative. Il tennista russo ha sconfitto con il punteggio di 6-2, 6-4, 6-0 Stefan Kozlov e ha guadagnato l’accesso al secondo turno dell’evento americano, dove affronterà il francese Arthur Rinderknech.

Medvedev ha vissuto un solo passaggio a vuoto nella parte finale del secondo set, quando ha perso il break di vantaggio e permesso al suo rivale di rientrare nel parziale. L’americano, però, ha ceduto la battuta nel game successivo commettendo un grave doppio fallo.

Medvedev e Kozlov hanno avuto la possibilità di sfidarsi in più di un’occasione nel circuito Junior e il russo non ha dimenticato alcune pesanti sconfitte.

Medvedev e la difesa del titolo: "Non sento pressione"

“Non è mai facile affrontare il primo match in un torneo dello Slam.

A primo impatto sembra che non abbia colpi incredibili, ma Stefan è vicino alla top 100 ed è un grande giocatore. Lo conosco dal circuito Junior ed è sempre difficile batterlo. Sono felice di aver trovato il giusto ritmo.

Penso di non aver servito male. Ho commesso alcuni errori, ma sopratutto nel terzo set ho giocato bene. Sono contento del risultato" , ha spiegato Medvedev in conferenza stampa. "Condizione dei campi? Agli US Open, almeno per me, i campi sono sempre veloci.

Solo una volta ho giocato in condizioni diverse, quando disputai il torneo di qualificazioni. Non avevo ancora l’opportunità di competere sui campi più importanti e giocai durante la sessione serale. Solo in quel caso il campo mi è parso molto lento” .

Medvedev si è infine soffermato sulla pressione che comporta la difesa di un titolo così prestigioso. “È una cosa che non voglio dimenticare. Avverto un po’ di pressione extra, ma non sento pressione onestamente.

Sicuramente voglio giocare bene. L’unico tipo di pressione che ho è legata alle mie prestazioni. So che se non sarò in grado di giocare bene per qualsiasi motivo, le persone potrebbero dire: ‘Il campione in carica ha perso’ .

Ma non sono così sensibile nei confronti di queste cose. So quello che devo fare. Questo mi conferisce molta fiducia, perché ho sempre giocato bene qui. Amo giocare gli US Open” . Photo Credit: Getty Images