"Sono esausto, nessuno mi capisce": la rivelazione di Nick Kyrgios agli Us Open



by   |  LETTURE 7813

"Sono esausto, nessuno mi capisce": la rivelazione di Nick Kyrgios agli Us Open

Nick Kyrgios ha gestito molto bene le emozioni di dover giocare con uno dei suoi migliori amici nel circuito Atp (quasi fratello) e si è assicurato il secondo turno agli Us Open. Una bella vittoria in tre set per l'australiano contro il connazionale Thanasi Kokkinakis, col quale giocherà presto il doppio sempre a New York.

Le parole in conferenza stampa

Il nativo di Canberra ha parlato davanti ai media di come sia stato difficile giocare il match "È stata una delle partite più scomode che ho disputato nella mia carriera.

Avevamo entrambi un piano di gioco, ci conosciamo molto bene, dall'inizio abbiamo cercato di bloccarci e di giocare con la palla. Ho giocato benissimo nei primi due set da fondo campo, ho cercato di muoverlo il più possibile.

Quando la palla è sulla sua racchetta detta il gioco molto bene, è uno dei migliori in questo. Ho servito molto bene, con una percentuale molto alta” ha dichiarato. Sarà il suo ultimo torneo prima di tornare nel Paese: "Sono esausto, il 99% delle persone non capisce cosa significhi essere in tour per così tanto tempo, anche se non viaggio nemmeno tanto quanto il resto degli australiani.

Ci sono alcuni che sono stati 5-6 mesi senza fermarsi. Dobbiamo continuare a viaggiare e non abbiamo altra scelta. Ovviamente sono esausto ma non ho altra scelta che svegliarmi e cercare la mia versione migliore, quindi non mi lamento.

Sto solo dicendo che è difficile, le persone non capiscono cosa sto passando, quindi sono orgoglioso della mia prestazione" ha aggiunto. Su Kokkinakis: "Mi sono solo congratulato con lui. I nostri armadietti sono accanto nello spogliatoio, quindi sono andato da lui e gli ho detto: 'Questa è stata la cosa più scomoda che abbia mai provato su un campo da tennis'

Non è stato facile, abbiamo condiviso tanti momenti insieme sul campo da tennis, anche nel doppio. Abbiamo molto rispetto reciproco ed è per questo che è stato così scomodo, non voglio rivivere tutto questo onestamente" ha concluso.