"Mai avuto fortuna": Musetti, nessuna distrazione prima degli Us Open



by   |  LETTURE 6539

"Mai avuto fortuna": Musetti, nessuna distrazione prima degli Us Open

Settimana agrodolce per Lorenzo Musetti, tornato al numero 30 (top in carriera) del mondo dopo l’ultimo aggiornamento del Ranking Atp ma eliminato ieri sera da Richard Gasquet ai sedicesimi di Winston-Salem (Atp 250).

Il giovane di Carrara si prepara allo sprint finale della stagione, con un occhio anche alla Race NextGen dove attualmente è terzo dietro a Carlos Alcaraz e Jannik Sinner, e tallonato dal danese Holger Rune. Il tutto con un sogno, confessato a Luca Fiorino del Corriere dello Sport: «Voglio la Coppa Davis».

Lorenzo Musetti, settimana agrodolce

dopo il trionfo di Amburgo, affronta il finale di stagione con due certezze. Il top ranking confermato dall'ATP, la posizione numero 30, e la prima testa di serie in un Grande Slam.

Il classe 2002 di Carrara è stato infatti inserito per la prima volta nella lista delle teste di serie di un major al prossimo US Open. Una terra "amica", vista anche la finale giocata da Juniores nel 2018.

Per Musetti questa sarà la seconda partecipazione all'ultimo Slam della stagione: un anno fa, all’esordio assoluto, sconfisse Emilio Nava al primo turno in quattro set prima di cedere nel secondo a Reilly Opelka in tre partite.

Il sogno resta Wimbledon, ma come confessato un mese fa al Corriere della Sera il giocatore non fa grandi differenze: «Wimbledon ha un fascino ineguagliabile, ma dovessi vincere il prossimo, l’Open degli Stati Uniti, andrebbe bene lo stesso!».

E allora testa al campo: dopo il trionfo su Alcaraz in Germania il cammino è stato di “basso profilo”. A Umago il ko con Marco Cecchinato nei sedicesimi dopo la vittoria su Aljaz Bedene; a Cincinnati gli scalpi di Daniel Atlmaier e Dusan Lajovic prima della sconfitta con Borna Coric, sorprendente vincitore del torneo in finale con Tsitsipas.

Quindi, solo ieri sera, il ko con Richard Gasquet nei sedicesimi di Winston-Salem (7-5, 4-6, 6-1) a dimostrazione di una fase di apprendistato ancora in corso sul cemento. Una prestazione fatta di alti e bassi e decisa da un approccio non all’altezza nel primo (0-4) e terzo (0-3) set.

Le parole al Corriere dello Sport

Lorenzo Musetti è stato oggi protagonista sulle colonne del Corriere dello Sport di una lunga intervista concessa a Luca Fiorino. «Negli slam non ho mai avuto troppa fortuna.

Agli US Open sarò testa di serie ma dovrò stare attento a non sottovalutare nessuno. E’ una ruota che gira e numeri qualche volta sono solo numeri». Nella mente, ancora, la gioia di Amburgo: «E’ stato tutto così inaspettato.

Al primo turno ho salvato due match point, a fine settimana mi sono ritrovato a sollevare un trofeo. E’ stata una liberazione». E il giocatore confessa il suo sogno: «Voglio la Coppa Davis». A cura di Alessandro Maggi