"Parlate come se non lo avessi mai fatto": Kyrgios stizzito dopo la vittoria



by   |  LETTURE 8158

"Parlate come se non lo avessi mai fatto": Kyrgios stizzito dopo la vittoria

Una prova di maturità, un modo per dimostrare a se stesso che non si smette mai di imparare. Non solo la finale a Wimbledon e la vittoria a Washington: anche il successo ai danni del numero uno del mondo Daniil Medvedev, nonostante la stanchezza figlia di un periodo pieno zeppo di impegni.

"Sono andato in campo senza pensarci troppo. Senza pensare al fatto che stessi giocando contro il numero uno del mondo. Lo avevo già battuto in due delle tre occasioni in cui ci eravamo incontrati. Ho provato a impostare la partita in maniera differente, anche perché ero consapevole del fatto che avesse decisamente più energie di me.

Lo schema servizio-volée ha funzionato molto bene e sono soddisfatto del livello di intensità che ho mantenuto. Questa vittoria non mi ha consentito di entrare tra i primi dieci giocatori del mondo, quindi devo semplicemente pensare alla prossima partita" Nonostante un set di ritardo, il talento australiano ha mantenuto i nervi saldo.

Conscio probabilmente anche di un maggiore pacchetto di soluzioni a disposizione contro un avversario evidentemente a corto di un vero e proprio piano tattico. "Sentivo di avere il controllo della faccenda e di non meritare un set di svantaggio per come avevo giocato.

La vittoria a Washington mi ha aiutato a liberarmi dalla pressione e a consentirmi anche di divertirmi" La fatica non può precludere la fame di vittoria: questa la certezza. "Penso che a questo punto della stagione tutti siano al di sotto delle loro possibilità.

Quando mi sveglio mi sento più stanco e gli allenamenti sono diventati più brevi, ma cerco sempre di preservare le energie sufficienti per le partite" Dopo Montreal, Cincinnati. Sullo sfondo ovviamente gli Us Open dove per la prima volta in carriera arriverà nel pacchetto di mischia dei favoritissimi, data anche la quasi certa assenza di Novak Djokovic.

"Non giocherò la settimana prima del torneo, ho bisogno di ricaricare le batterie. Sono perfettamente consapevole che gli Us Open saranno fondamentali per la mia carriera, quindi voglio arrivarci al massimo della condizione.

Anche se ragiono step-by-step, non faccio mai progetti a lungo termine" Kyrgios risponde poi con un po' di stizza alle sensazioni provate dopo la vittoria ai danni del numero uno del mondo. "Parlate come se non lo avessi già fatto.

Ho già battuto Nadal, Djokovic e Federer. Anche se perdo cinque partite di fila sono perfettamente consapevole di avere il livello per battere chiunque. Non sto giocando solo per me stesso, sto giocando per un pubblico straordinario in una cornice meravigliosa. Questo è quello di cui il nostro sport ha bisogno: lo spettacolo"