"Non ho nemmeno pensato": Nick Kyrgios analizza la pazza sfida con Frances Tiafoe



by   |  LETTURE 13735

"Non ho nemmeno pensato": Nick Kyrgios analizza la pazza sfida con Frances Tiafoe

Con Nick Kyrgios è proprio difficile annoiarsi durante il match. Se poi il suo avversario è Frances Tiafoe, il divertimento è assicurato. I due giocatori hanno dato vita a una partita super avvincente e lottata al Citi Open per staccare il pass delle semifinali.

Nella capitale statunitense (Washington) grande spettacolo per tutto il pubblico presente sugli spalti, che ha potuto godere di un match di buonissimo livello in campo, pieno di splendidi colpi da parte di entrambi nel corso degli scambi.

Hanno dato il massimo ma alla fine a spuntarla è stato l'australiano col punteggio finale di 6-7, 7-6, 6-2. Tutto si è concentrato nei tie-break, nel quale c'è stata tanta battaglia: nel secondo il nativo di Canberra ha annullato ben 5 match point al tennista di casa ed è poi riuscito ad allungare la sfida, prima di vincerla.

14-12 è stato il risultato del tie-break, che sarà probabilmente ricordato come uno dei migliori della stagione 2022.

L'intervista a fine gara

Il 27enne, nella tradizionale intervista al termine della sfida ai microfoni di Atp tour, ha analizzato l'incontro e soprattutto quei momenti in cui era a tutti gli effetti con le spalle al muro: "Non ho nemmeno pensato se fosse un match point o meno, se perdo perdo.

Avrei stretto la mano a Tiafoe e gli avrei fatto i complimenti" ha commentato. Poi ha sottolineato: "Mi sono messo nelle condizioni di continuare la partita, ho usato la mia esperienza" . Sul prossimo avversario: "Dovrà fare una grande partita se vorrà giocare la finale qui" ha concluso.

Nick giocherà ora con Mikael Ymer, decisamente in fiducia nell'Atp 500 che precede l'inizio del Master 1000 di Montreal. Lo svedese ha già eliminato atleti di grande spessore come Andy Murray, Aslan Karatsev, Emil Ruusuvuori, Sebastian Korda e cercherà nella notte italiana di piegare anche l'australiano.

Da diverse settimane sembra esserci in campo una nuova versione di Kyrgios, più concentrato ed efficace in ogni partita: non è un caso che abbia raggiunto recentemente l'atto conclusivo di Wimbledon. C'è ora tanta curiosità nel scoprire se il nativo di Canberra riuscirà a ottenere ottimi risultati anche sul cemento americano/canadese.