"È il mio miglior match": Marco Cecchinato si gode la vittoria su Lorenzo Musetti



by   |  LETTURE 6112

"È il mio miglior match": Marco Cecchinato si gode la vittoria su Lorenzo Musetti

L'infortunio al gomito di inizio anno, la serie di sconfitte consecutive nei Challenger e una classifica che sottostimava decisamente le sue qualità. Nel 2022 Marco Cecchinato ha dovuto affrontare e superare tutto questo: il periodo buio in questione sembra essere ormai lasciato alle spalle dall'azzurro, che a Umago è riuscito a conquistare dopo diverso tempo i quarti di finale in un Atp 250.

Il successo del 29enne è pesantissimo, visto che ha battuto in due set il connazionale Lorenzo Musetti, vincitore settimana scorsa del torneo di Amburgo. Solo applausi per il palermitano che ora avrà l'occasione di approdare in semifinale venerdì contro Franco Agamenone, italiano suo coetaneo alla ricerca di un risultato di grande rilievo in Croazia.

Le sue parole

"È stata una partita importante per via del periodo che sto vivendo. Era difficile col mio miglior amico nel tour, abbiamo un bellissimo rapporto e di sicuro all’inizio non è stato facile.

Quando sei nel match tutto questo si dimentica: mi sentivo bene in campo e credo sia stata la gara migliore del 2022" ha commentato Cecchinato in conferenza stampa al termine dell'incontro. Il ragazzo azzurro ha parlato di tutte le difficoltà avute da gennaio: "Sicuramente il momento di svolta è stato quando ho perso tanti punti e sono scivolato in classifica.

C’è stata tanta umiltà e voglia di rimettersi in gioco. Dopo 4 anni stabile nel circuito maggiore, l’infortunio e altri problemi mi hanno fatto perdere tanto e sono finito intorno alla 200esima posizione in classifica.

Sono tornato e ho dovuto affrontare circa 6-7 Challenger di fila ma ho avuto sempre voglia e la giusta determinazione di continuare a lottare. Questo aspetto, secondo me, è molto più importante della sfida sul centrale di Umago con Musetti.

Io vivo per questi confronti e infatti me lo sono goduto fino in fondo. È merito del lavoro fatto in questi mesi” ha spiegato dettagliatamente. Poi ha proseguito: "Sapevo che sarebbe stato un anno difficilissimo.

Ho avuto l’infortunio al gomito all’inizio della stagione, nel quale non mi sono operato ma mi ha portato via 4 mesi. Ho fatto fronte a 10 primi turni consecutivi senza vincere, è stato un periodo lungo senza poter competere al mio vero livello.

Ora sto pensando a godermi questo quarto di finale a Umago a livello Atp, che mancava da tantissimo tempo. Ho espresso un alto livello di gioco contro uno dei giocatori più in forma del momento" ha concluso.