"Gioca davvero bene e ha talento": Adriano Panatta elogia Lorenzo Musetti

L'ex tennista italiano parla della finale vinta dal nativo di Carrara ad Amburgo

by Luca Ferrante
SHARE
"Gioca davvero bene e ha talento": Adriano Panatta elogia Lorenzo Musetti

Tutti pazzi per Lorenzo Musetti e il suo primo titolo Atp della carriera. L'azzurro ha sorpreso davvero tutti con le splendide prestazioni mostrate durante la settimana ad Amburgo, fra cui l'ultima in finale col temibile spagnolo Carlos Alcaraz, che questa volta si è dovuto quasi incredibilemnte arrendere al ragazzo 20enne.

Si tratta della terza sconfitta a causa di un italiano per l'iberico, che già era stato fermato a inizio stagione da Matteo Berrettini agli Australian Open e recentemente da Jannik Sinner a Wimbledon. Il toscano ha potuto festeggiare questo importante successo, che potrebbe dare una svolta al 2022 visto che è ora a ridosso della top 30 e si appresta ad affrontare una difficile parte di annata sul cemento americano.

Prima di volare negli Stati Uniti, il giocatore classe 2002 disputerà il torneo di Umago in Croazia per cercare di ottenere altri preziosi punti in ottica ranking Atp.

L'elogio di Panatta

Non solo Nicola Pietrangeli.

Anche l'ex atleta Adriano Panatta ha elogiato Musetti al termine della competizione tedesca, in un'interessante intervista rilasciata a Elisabetta Esposito della Gazzetta dello Sport: "Gioca davvero bene e ha talento. Ha conquistato una grande vittoria, che per come è stata costruita vale doppio.

Dopo aver perso il secondo set, generalmente, giocatori così giovani si smarriscono e perdono facilmente il terzo. Invece Lorenzo ha dimostrato di avere già un bel carattere, è sicuramente l'aspetto che mi è piaciuto di più" ha dichiarato.

Poi ha sottolineato: "Lui ha più soluzioni perché ha mano e talento, quindi durante il match riesce a fare cose che normalmente non si vedono, a partire dalle accelerazioni di rovescio. È un tennista un po’ diverso dagli altri.

È chiaro che non possa giocare come giocavamo noi, ma avendo tante soluzioni a disposizione è più divertente da vedere" ha aggiunto. In cosa dovrà migliorare: "Un po’ in tutto. Tecnicamente partirei dal servizio, usa molto quello in kick che è quasi tra una prima e una seconda palla.

Ogni tanto, quando giochi a livello altissimo, è meglio proporre altro. Sulla terra battuta ci può stare ma sui campi veloci invece servono 15-18-20 ace a partita per competere tra i top ten. Adesso si deve rinforzare a livello fisico, così come Sinner" ha concluso.

Adriano Panatta Lorenzo Musetti
SHARE