"È un bel segnale": Adriano Panatta elogia Lorenzo Musetti dopo il trionfo a Amburgo



by MARTINA SESSA

"È un bel segnale": Adriano Panatta elogia Lorenzo Musetti dopo il trionfo a Amburgo

Lorenzo Musetti ha conquistato il primo titolo della carriera ATP ad Amburgo. Nell città tedesca, il nuovo numero tre italiano ha sconfitto in tre set il capitano di questa nuova squadra della Next Gen, Carlos Alcaraz.

L’azzurro è partito molto forte, con la vittoria del primo set e il break all’inizio del secondo; lo strapotere, fisico e mentale dello spagnolo, si è fatto sentire, vincendo così al tiebreak del secondo parziale e annullando ben cinque matchpoint.

Musetti, però, non si è mai davvero disunito e nel terzo decisivo atto si è imposto sul numero due spagnolo, portandosi a casa il trofeo. Per la prima vittoria del torneo, sono arrivati diversi complimenti per il giovane italiano.

Ha iniziato Paolo Bertolucci: “Primo grande successo di Musetti. Il primo di una lunga serie” ha commentato l’ex tennista sui social, approfondendo poi il discorso nella sua rubrica “Volée di rovescio” sulla Gazzetta dello Sport.

A Bertolucci è seguito il più noto compagno di doppio, Adriano Panatta. L’ex tennista italiano ha risposto su Twitter ad un articolo del Corriere della Sera, complimentandosi con il giovane italiano per la vittoria.

Il messaggio di Panatta “Bravo Musetti – ha scritto Adriano Panatta sui social – Questa è una gran bella vittoria”. L’analisi del vincitore del Roland Garros poi si è focalizzata sulla forza del numero tre italiano di risollevarsi dopo che Alcaraz gli ha annullato ben cinque match point: “Soprattutto dopo aver fallito 5 match points al secondo set.

È un bel segnale, ancora complimenti”.

Con questo trionfo, Lorenzo Musetti supera proprio Adriano Panatta nella classifica degli italiani più giovani a vincere un trofeo: il primo a 20 anni e 4 mesi, il secondo a 21 anni e 1 mesi, più precisamente a Senigallia nel 1971.

Il più giovane, però, rimane Jannik Sinner, che a soli 19 anni e 2 mesi ha vinto il torneo di Sofia, nel 2020.

Adriano Panatta Lorenzo Musetti Carlos Alcaraz