Impresa Musetti: le prime parole del talento azzurro dopo il trionfo ad Amburgo

Primo 'speech' in carriera per Lorenzo Musetti, che ad Amburgo batte Carlos Alcaraz e si avvicina per la prima volta in carriera alla Top 30: "Spero ci siano ancora battaglie del genere"

by Perri Giorgio
SHARE
Impresa Musetti: le prime parole del talento azzurro dopo il trionfo ad Amburgo

Non vinceva una partita dal ‘1000’ di Madrid e aveva rischiato di lasciare anche Amburgo dopo il day-1. Buffo come lo sport possa regalare storie del genere. Lorenzo Musetti, come un fulmine a ciel sereno, aggancia ad Amburgo il primo titolo in carriera e si avvicina per la prima volta anche alla Top 30 mondiale.

Dopo una settimana da supererore, il talentino azzurro vince una partita assolutamente folle contro Carlos Alcaraz, che nel secondo set cancella complessivamente cinque match point. "Non è facile parlare dopo una finale come questa.

Prima di tutto voglio congratularmi con Carlos, un giocatore incredibile che ha salvato tanti match point oggi. Sei un grande lavoratore e mi ispiri molto. I sacrifici che faccio per questo sport sono ispirati anche da te, hai un grande team e ci tengo a congratularmi anche con loro” Un rapporto di stima, quello tra i due, nato da una vita passata praticamente affianco nel circuito juniores e in quello Challenger.

“Ricordo il Challenger della semifinale di Trieste di tre anni, ne parlavamo prima del match e rispetto a quel match sono cambiate tante cose. Siamo qui ancora oggi e spero di giocare ancora tante battaglie con te in futuro”

"Fantastico aver vinto questo trofeo": tutto l'entusiasmo di Musetti

Per concludere, durante il primo ‘speech’ in carriera, Musetti si è sofferma ovviamente sul team, sugli affetti e sugli amici e sulle emozioni provate al termine del matc.

“Ringrazio il mio team ed in particolare a Simone Tartarini, finalmente sono riuscito a farlo piangere (ride), ringrazio Umberto Rianna e Roberto Petrignani, abbiamo condiviso tante cose insieme. Ringrazio poi la mia famiglia che non è qui ma che sicuramente ha seguito il match e probabilmente hanno pianto anche loro.

Io voglio ringraziare mia nonna, oggi è stato sicuramente il test migliore per un attacco di cuore. È fantastico aver vinto questo trofeo, ringrazio ancora tutti. Per ultimo voglio ringraziare la città di Amburgo, ho disputato un grande torneo, era la mia prima volta qui e c'è un'atmosfera incredibile, non pensavo di vincere il torneo ma il tennis è così, bisogna godersi ogni volta ogni giorno. Grazie a tutti" Photo Credit: Getty Images

Lorenzo Musetti Carlos Alcaraz
SHARE