Fabio Fognini rivela: "Sono vicino alla fine della mia carriera"



by   |  LETTURE 11299

Fabio Fognini rivela: "Sono vicino alla fine della mia carriera"

Grazie al successo ottenuto contro Aljaz Bedene al primo turno del torneo ATP 500 di Amburgo, Fabio Fognini è diventato il primo tennista italiano in grado di vincere 400 partite nel circuito maggiore. Il ligure ha interrotto la serie di tre sconfitte consecutive e agli ottavi di finale dell’evento tedesco affronterà Karen Khachanov.

Il russo è avanti 2-1 negli scontri diretti, ma i due non si sono mai sfidati su una superficie diversa dal cemento. Fognini sta vivendo sicuramente una delle stagioni più complicate della sua carriera, ma non ha nessuna intenzione di mollare.

Sono numerosi gli infortuni che stanno condizionando le sue prestazioni; l’ultimo, quello al polpaccio, ha addirittura messo a rischio la sua partecipazione a Wimbledon. L’azzurro ha poi disputato il terzo Slam dell’anno e ha lasciato il torneo al primo turno perdendo in quattro set contro Tallon Griekspoor.

Fognini: "E' il periodo più difficile della mia carriera"

"Con la pandemia da Covid-19 e i problemi fisici, questo è stato il periodo più difficile della mia carriera sportiva. Dopo tutti i trionfi, le partite belle, quelle brutte e i tornei che ho vinto, posso dire che mi sto avvicinando alla parte finale della mia carriera.

Il mio più grande sogno è quello di tornare a divertirmi: correndo senza provare dolore e lottando fino alla fine. Deciderò quando sarà il momento di lasciare tutto e dedicarmi comletamente alla mia famiglia.

So che sarà un momento molto difficile, ma vedremo cosa succederà" , ha spiegato Fognini in conferenza stampa. "400 vittorie? Non avrei mai immaginato ad inizio carriera di arrivare a questo punto. Ho 35 anni e, guardando indietro, devo dire che questo è un grande traguardo per me.

Di sicuro posso dirmi molto felice" . Il match tra Fognini e Khachanov si disputerà sul Campo Centrale dell'Hamburg European Open dopo due incontri del tabellone femminile e la sfida tra Francisco Cerundolo e Andrey Rublev.