"Non ci ho mai pensato": Lleyton Hewitt entra nella Hall of Fame

L'australiano commenta lo speciale traguardo raggiunto

by Luca Ferrante
SHARE
"Non ci ho mai pensato": Lleyton Hewitt entra nella Hall of Fame

La cerimonia in suo onore si è tenuta a Newport, insieme a grandi ospiti come Stan Smith, Andy Roddick o Tracy Austin. Lleyton Hewitt ha finalmente ottenuto un traguardo speciale, quasi a chiudere la sua incredibile esperienza nel mondo del tennis: l'australiano è infatti entrato ufficialmente nella International Hall of Fame a circa sei anni di distanza da quando ha deciso di appendere la racchetta al chiodo (era il 2016, al termine del secondo turno agli Australian Open).

Il sito ufficiale dell'Atp ha riportato le sue prime parole a caldo: "Farci parte sembrava qualcosa di molto lontano. Non ci ho mai pensato da giocatore. Ho sempre pensato che fosse un riconoscimento per le leggende assolute di questo sport" ha spiegato.

Il ragazzo di Adelaide è stato l'ultimo australiano a vincere un titolo del Grande Slam, precisamente a Wimbledon nel 2002. Da quel momento in poi si è pian piano cominciato a crearsi il dominio di tre grandi campioni di questo sport (Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic), che non hanno lasciato molte possibilità di successi al resto del circuito.

Hewitt ha avuto la fortuna di giocare ed essere presente come atleta in queste due generazioni storiche: "Mi sento fortunato. Sono stato in grado di essere sullo stesso campo con gli eroi che ammiravo come Andre Agassi e Pete Sampras, poi ho continuato a competere contro tre dei più grandi giocatori che il nostro sport abbia mai visto" ha sottolineato.

Il lungo percorso fino alla Hall of Fame

Lleyton ha rivelato a tennis.com come la strada percorsa per arrivare a questo importante premio sia stata un po' più complicata degli altri: "È stata un'ascesa più lunga, suppongo, rispetto ad altre persone ma mi sono anche divertito.

Non sarebbe stato giusto affrettarsi con l'Australia, anche a fronte della pandemia e di tutto quello che è successo negli ultimi anni. Se fossi qui da solo non significherebbe molto, invece ora posso divertirmi e festeggiare con amici e familiari.

Sono orgoglioso di avere qui persone che sono state una parte così importante della mia carriera" ha aggiunto. Anche suo figlio 13enne inizia ad avere i primi successi nel tennis: "È già campione Under 12 in Australia.

Non ha cominciato a giocare a tennis finché non è stato vicino ai ragazzi della Coppa Davis, Alex De Miñaur, Nick Kyrgios e altri" ha concluso.

Lleyton Hewitt
SHARE