Elena Rybakina confessa: “Non avevo alcuna aspettativa per Wimbledon”

Le emozionanti parole della neovincitrice di Wimbledon al sito della Wta

by Giuseppe Migliaccio
SHARE
Elena Rybakina confessa: “Non avevo alcuna aspettativa per Wimbledon”

Se nel tabellone maschile c’è stata la sorpresa Nick Kyrgios in finale, l’edizione 2022 di Wimbledon ha regalato agli appassionati una rivelazione ancora più grande con Elena Rybakina. La giovane tennista kazaka ha centrato il bersaglio grosso alla primissima apparizione in una finale del Grande Slam, sbarazzandosi nel percorso della ex numero 1 del mondo Simona Halep (in semifinale) e dell’attuale numero 2 Ons Jabeur, sconfitta in rimonta nell’ultimo atto del torneo disputato sabato 9 luglio.

All’indomani del bel successo ai Championships, Rybakina ha concesso una intervista al sito ufficiale della Wta, nella quale ha descritto emozionata il cammino che l’ha portata fino a questo traguardo. “Abbiamo lavorato duramente, sono stati mesi molto complicati a causa degli infortuni.

Ero malata, non mi sono preparata bene per Wimbledon, quindi mi sono rilassata un po', non avevo aspettative. In realtà, stavo già pensando al futuro, preparando il tour negli Stati Uniti. Sono stata molto rilassata in questo torneo, cosa che mi ha aiutato ad arrivare alla seconda settimana, anche se negli ultimi giorni ero un po' più nervosa, pensando a quanto fossi vicina alla finale.

Mi sono davvero divertita in questi giorni, e in più ho potuto stare con mia sorella, che non vedevo da molti mesi” .

Rybakina: “Pensavo di non saper giocare sull’erba”

Proseguendo nel racconto della sua ‘epopea’ in quel di Wimbledon, Elena Rybakina ha confessato addirittura di non sentirsi in grado di essere competitiva sull’erba.

Il campo, però, alla fine ha detto tutt’altro. “Prima di iniziare a giocare i miei primi tornei professionistici sull'erba, pensavo di non essere in grado di giocare bene qui perché avevo solo l'esperienza della fase junior” , ha dichiarato la kazaka alla Wta.

“Poi sono venuta qui, mi sono allenata per due giorni e poi ho dovuto giocare la prima partita. Ovviamente, non avevo alcuna fiducia. Durante il mio primo tour sull'erba, ricordo di aver iniziato a 's-Hertogenbosch giocando bene, il mio allenatore continuava a dirmi che avevo il gioco per l'erba, che dovevo solo crederci.

L'anno scorso ho perso qui al quarto turno, è stata dura, poi ho pensato di avere la fiducia necessaria per giocare sull'erba, ma quest'anno è stato completamente diverso. Quest'anno sono arrivata con pochissime partite giocate prima di Wimbledon” .

Un pensiero, infine, a sua mamma e suo papà, che l’hanno sempre sostenuta: “I miei genitori hanno sacrificato molto della loro vita per mantenermi. Anche se non sapevo se sarei diventata una tennista professionista, hanno sempre creduto in me, mi hanno sostenuta perché vedevano che mi divertivo, che mi piaceva allenarmi dopo la scuola.

È incredibile che alla fine questa favola si sia avverata” . 👇🏻 Seguiteci anche su Instagram 👇🏻
http://tiny.cc/Instagram_TWI

Elena Rybakina Wimbledon
SHARE