"So di potercela fare": una fiduciosa Ons Jabeur in vista della finale di Wimbledon

La tunisina conquista la prima finale Slam della carriera e affronterà la kazaka Rybakina

by Martina Sessa
SHARE
"So di potercela fare": una fiduciosa Ons Jabeur in vista della finale di Wimbledon

Ons Jabeur è una delle due finaliste di Wimbledon. La numero due del mondo ha sconfitto in semifinale la tedesca Tatjana Maria, una delle sue migliori amiche, e ha conquistato la prima finale Slam in carriera. “Davvero, qualcosa del genere è fantastico, è il tipo di risultato che speravo – ha dichiarato in conferenza stampa dopo il match di semifinale.

Ora c'è ancora una partita da fare, un altro passo da fare e, si spera di vincere il titolo. È l'unica cosa rimasta per me, so di potercela fare, ma odio deludermi”. Jabeur è anche la prima tennista africana a raggiungere una finale Slam: il bacino da cui pescare future leve è proprio la Tunisia: “Si tratta sempre della Tunisia in qualche modo, ma voglio andare un po' oltre, ispirare molte più generazioni.

Penso che non abbiamo mai creduto abbastanza di potercela fare, ma ora sto cercando di mostrarglielo, spero che le persone si ispirino".

Le sensazioni sull’erba e la finale contro Rybakina

Il grande obiettivo di Ons Jabeur è Wimbledon e in conferenza stampa ha svelato il momento in cui ha capito che i prati inglese erano il suo palcoscenico: “È difficile giocare sull'erba, ma ero convinto che, con il mio gioco, un giorno avrei potuto giocare bene.

L'anno scorso, quando ho perso, ho detto al mio psicologo che sarei tornato la stagione successiva per il titolo, dopo i quarti di finale. Amo tutto qui, è stato il mio obiettivo principale da quando è iniziata la stagione, anche dall'anno scorso” Prima di arrivare in finale, la numero uno tunisina ha dovuto imporsi in semifinale contro Tatjana Maria, sua grande amica.

“Merita tutto il rispetto, è stata la sua prima semifinale, il modo in cui ha giocato l'intero torneo, come ha combattuto, ecc. Se non conoscessi le sue due figlie, direi che non è mai stata madre. È incredibile come si muova in campo, ispirando davvero le altre donne”, ha dichiarato sulla tedesca.

In finale, invece, affronterà la kazaka Elena Rybakina: “Lei serve molto bene; quindi, il mio obiettivo principale sarà quello di farla lavorare sodo su ogni punto. Abbiamo giocato un paio di volte, so che può colpire la palla molto forte e colpire molti vincitori.

So che il mio gioco potrebbe davvero sconvolgerla, cercherò di concentrarmi molto su me stessa, colpire molte fette, farla correre”, ha rivelato in conferenza stampa la finalista di Wimbledon. Photo credits: @Wimbledon (Twitter)

Ons Jabeur Wimbledon
SHARE