La nuova provocazione lanciata da Stefanos Tsitsipas verso Nick Kyrgios



by   |  LETTURE 6529

La nuova provocazione lanciata da Stefanos Tsitsipas verso Nick Kyrgios

A perdere la concentrazione e la calma questa volta non è stato Nick Kyrgios, ma il suo avversario. Un aspetto paradossalmente strano visto che l'australiano ha abituato un po' tutti nel corso della carriera a rendersi protagonista di almeno una protesta in quasi ogni match, condizionando in diversi casi l'intera partita non in suo favore).

La capacità di capire la direzione che stava prendendo l'incontro e di restare lucido ha portato l'inerzia dalla sua parte in questa circostanza, poi è stato bravo a sfruttarla e a chiudere in quattro set.

L'australiano si è aggiudicato una sfida davvero infuocata contro Stefanos Tsitsipas al terzo turno di Wimbledon, proseguendo così l'avventura nella seconda settimana del torneo Slam. L'aspetto più incredibile da analizzare è come il greco abbia perso la testa nel terzo parziale, spedendo una pallina verso gli spalti e rischiando davvero grosso di colpire qualcuno.

Non solo, dopo l'episodio ha cambiato il proprio obiettivo pensando a bersagliare il 27enne durante gli scambi, anziché trovare il modo di spezzare il ritmo del rivale e vincere. La polemica fra i due è proseguita a distanza in campo e dopo la fine della gara: entrambi si sono accusati e provocati in conferenza stampa.

La situazione sembra tutt'altro che essere vicina ad archiviarsi; attesi anche i provvedimenti disciplinari, che potrebbero prevedere una multa sia per l'australiano che per il nativo di Atene.

La nuova provocazione

Tsitsipas, che si è reso autore nel corso delle ultime annate di siparietti che hanno fatto suscitare nuove polemiche (l'esempio il coaching), non ha ancora metabolizzato e iniziato a cancellare la sconfitta sull'erba londinese e ha continuato a stuzzicare Nick.

Sui social è apparso un messaggio profondo e indirizzato proprio a Kyrgios da parte del giocatore greco: "Give a man a mask and he will become his true self. [Dai a un uomo una maschera e diventerà davvero sé stesso]" ha commentato.

Sembrerebbe in un primo momento una frase innocua, come le altre che condivide il 23enne su Twitter, ma il significato è preciso.

Infatti, la scritta è protagonista di un nuovo tatuaggio effettuato proprio dal nativo di Canberra qualche tempo fa.