Nick Kyrgios accende la polemica contro Tsitsipas: "Avete visto cosa ha fatto"



by   |  LETTURE 18114

Nick Kyrgios accende la polemica contro Tsitsipas: "Avete visto cosa ha fatto"

Nick Kyrgios è decisamente un pericolo per chiunque a Wimbledon e il terzo turno ha dato la prova definitiva, anche a chi avesse ancora dei dubbi. Oltre al suo consueto show fra bellissimi colpi e proteste col giudice di sedia (assolutamente non infondate), l'australiano ha mostrato una prestazione solida e addirittura più lucida del suo avversario, meritandosi il passaggio agli ottavi di finale del terzo Grande Slam della stagione 2022.

Sconfitto in quattro set il greco Stefanos Tsitsipas, che è uscito dalla partita nella fase centrale rientrandoci definitivamente nel quarto parziale, ma la forza e la determinazione del nativo di Canberra sono state superiori e la battaglia non si è allungata fino al quinto decisivo set.

L'episodio tanto discusso è la pallina spedita a bordocampo (sembrerebbe dalle immagini in modo volontario) dal numero 5 al mondo, che per sua fortuna ha solo sfiorato degli spettatori. Il rivale ha chiesto più volte all'arbitro una squalifica, accendendo così la polemica: il greco deve ringraziare di non aver colpito nessuno, vista la velocità sostenuta della pallina (sarebbe stata squalifica certa), ma restano dubbi sull'assenza di provvedimenti da parte del giudice di sedia, probabilmente l'aspetto più strano dell'intero caso.

L'intervista di Nick a fine gara

Entusiasta della vittoria e di proseguire l'avventura a Londra, Kyrgios ha rilasciato alcune dichiarazioni interessanti nella tradizionale intervista post-gara in campo, riservata solo al vincitore: "Onestamente questa è stata una sfida molto eccitante, ho sentito tanta adrenalina.

È stato un match molto difficile ma lo sapevo fin dall'inizio" ha analizzato. Sui momenti di nervosismo nel corso del terzo set: "Io sono super felice di essere qui e sono frustrato quando succedono queste cose.

Lo avete visto anche voi cosa è successo. In ogni caso rispetterò sempre Stefanos sia come tennista che come persona" ha aggiunto. Poi ha concluso: "È tutto pazzesco, giocare davanti a uno stadio così pieno è stupendo.

Sono qui per vincere e non vedo il tabellone, non vedo chi è il mio prossimo avversario (giocherà con lo statunitense Nakashima). Mi sento molto bene e sono qui per vincere Wimbledon"