"Non posso cambiare il tempo": Serena Williams è soddisfatta dopo il ko a Wimbledon



by   |  LETTURE 1931

"Non posso cambiare il tempo": Serena Williams è soddisfatta dopo il ko a Wimbledon

Era la tennista più attesa qui a Wimbledon e come di consueto anche stavolta Serena Williams ha lottato fino alla fine. Non giocava da tempo, addirittura era uscita dalla classifica Wta ma la campionessa americana è stata ad un passo dal successo, ha visto sfumare un match point ed è crollata nel tiebreak decisivo contro la francese Tan, numero 115 delle classifiche mondiali.

Serena è apparsa In conferenza stampa, in buone condizioni mentali, ha affermato che potrebbe tornare a giocare a Wimbledon ed ha dato appuntamento agli US Open 2022. Ecco alcune sue dichiarazioni: "È stata una sconfitta molto dura.

Ho avuto la chance di vincere il primo set, ma non ci sono riuscita. È stato un match particolare con una rivale importante. Una lotta costante e devo dire che mi sono sentita meglio rispetto allo scorso anno, sono stata in campo lottando fino alla fine e provando a dare tutto quel che potevo.

Non sono arrabbiata per una sconfitta e questa già è una vittoria per me, forse la più grande di tutte. Inoltre non ho rotto nessuna racchetta"

Le parole di Serena Williams in conferenza

Poi gli elogi all'avversaria: "Non ero preparata a questo tipo di gioco e credo che con un'altra avversaria il risultato sarebbe stato diverso.

Ha usato tante palle corte, colpi in back ed ho dovuto trovare il ritmo per tutto il match. Fisicamente stavo molto bene, a fine match ero un po' stanca ma sono riuscita sempre a rispondere, anche in allenamento avevo buone sensazioni.

Non ero pronta per un match di tre ore, ma in generale devo dire che questa sfida mi fa pensare che posso ancora farcela. Tornare a Wimbledon? Non lo so, non ho risposta a questa domanda. US Open? Gli Us Open sono il primo Slam che ho vinto e sono un torneo speciale, la prima volta è sempre speciale.

Ho grandi motivazioni per migliorare e giocare in casa. Quello di oggi non sarà un bel ricordo ma ho dato il massimo. Ho dato tutto quello che potevo ed ad un certo punto devo capire quello che non potevo fare più di questo. Non posso cambiare il tempo, in questo match non potevo fare di più"