Carlos Alcaraz svela i suoi obiettivi per Wimbledon: "Sarà dura per me"



by MARTINA SESSA

Carlos Alcaraz svela i suoi obiettivi per Wimbledon: "Sarà dura per me"

Carlos Alcaraz è uno dei grandi attesi per questo Wimbledon. Il tennista spagnolo, però, a differenza degli altri favoriti alla vittoria del torneo, come Novak Djokovic o Rafael Nadal, ha acquisito pochissima esperienza sull’erba: solo due partite, tutte a Wimbledon, con la vittoria del primo turno e la sconfitta nel turno successivo per mano di Daniil Medvedev.

Quella lacuna, dovuta alla sua giovane età, non è stata colmata questa stagione, avendo rinunciato al torneo che lo portava al Grande Slam, ossia il torneo del Queen’s, per problemi fisici. Tutti questi fattori rendono Carlos Alcaraz un’incognita su questa superficie, ma lo spagnolo ha un quadro ben preciso su quali possono essere i suoi punti di forza e quali le sua criticità.

"Dico sempre che non è facile giocare sull'erba e non ho potuto giocare un torneo prima di Wimbledon, quindi questa settimana sarà dura per me, ma mi sto preparando” – ha detto il numero due spagnolo, che poi ha proseguito analizzando le difficoltà - “La cosa più difficile direi è muoversi.

Per me muoversi bene sull'erba è la cosa più difficile. Direi che giocare aggressivo, cercare di andare a rete, questa è la parte migliore di adattare il mio gioco da un'altra superficie a questa". "Dico già che non potevo prepararmi bene per Wimbledon quest'anno, ma vengo sempre a ogni torneo pensando di poter ottenere buoni risultati o addirittura vincere il torneo” – ha dichiarato il vincitore di due Masters 1000, che preferisce focalizzarsi sul breve termine - “Vedo sempre il primo turno dopo il sorteggio, al massimo il secondo”.

L'importanza di Wimbledon

Il giovane spagnolo si presenta a Wimbledon come quinta testa di serie del torneo, grazie alla sua scalata nel ranking mondiale. “Beh, certo, crescere in classifica, essere tra i primi 10 per me, è fantastico, ma per me in questo momento non è la cosa più importante.

In questo momento sono anche molto concentrato sui Grandi Slam" – ha detto Alcaraz, che si è poi ha spiegato l’importanza di questo Grande Slam - “Ho detto che Wimbledon è uno dei tornei più belli del mondo per me.

Il campo centrale è incredibile. Certo, ci sono state grandi partite, partite storiche, su questo campo". Poche parole anche sulla decisione di Wimbledon di escludere i tennisti russi e bielorussi: “È ​​difficile per un torneo non permettere al numero 1 di giocare.

Tutti vogliono vedere il numero 1 giocare in ogni torneo. È un peccato perdere alcuni dei migliori giocatori del mondo. Questo è tutto quello che posso dire". Photo credits: AELTC/Simon Bruty

Carlos Alcaraz Wimbledon