Il dolore di Elina Svitolina: "Spero che tutto questo finisca presto"



by   |  LETTURE 1935

Il dolore di Elina Svitolina: "Spero che tutto questo finisca presto"

Elina Svitolina non sta attraversando uno dei momenti migliori della sua carriera. La giocatrice ucraina sente inevitabimente il peso della guerra intrapresa dalla Russia contro il suo Paese e, ancora prima di annunciare la propria gravidanza, aveva deciso di prendersi una pausa dal tennis.

Nelle scorse settimane, la Svitolina è diventata ambasciatrice del progetto United24 lanciato direttamente dal presidente Volodymyr Zelensky. Si tratta di una piattaforma online creata per raccogliere donazioni a sostegno dell’Ucraina per la difesa e la rimozione di mine sul territori, per gli aiuti umanitari e medici, così come per la ricostruzione del Paese.

Elina Svitolina: "Spero che tutto questo dolore finisca"

“E' stato un onore, ero nervosa come non lo ero mai stato prima. Anche quando sono arrivata in semifinale a Wimbledon, non ero così nervosa" , ha dichiarato la Svitolina dopo la presentazione ufficiale del nuovo progetto attraverso un comunicato pubblicato da France24.

Il presidente Zelensky mi ha dato una speranza: possiamo vincere questa guerra e andremo avanti. E' un esempio per tutto il popolo ucraino. Ha superato ogni aspettativa. Molti dei miei amici sono tornati in Ucraina e si sono arruolati per difenderla.

Ci sono molte persone che soffrono ed è per questo che United24 può aiutare tutti gli ucraini, i militari e i bambini. È un piccolo granello di sabbia che, nel tempo, spero possa fare la differenza. Vivere un'altra guerra è molto difficile per le persone anziane.

La mancanza di cibo, l'obbligo chiudersi in cantina per diversi giorni... è davvero dura per loro. Cerco di tenermi in contatto con mia nonna. e di aiutarla, perché è troppo anziana per potersi muovere da sola.I miei zii non vivono lontani da lei.

Si vedono quando hanno la possibilità di uscire di casa e sono di grande aiuto. Spero che tutto questo dolore finisca e di rincontrarla il prima possibile" .