Ferrero rivela le reali condizioni di Carlos Alcaraz in vista di Wimbledon



by   |  LETTURE 3457

Ferrero rivela le reali condizioni di Carlos Alcaraz in vista di Wimbledon

La presenza di Carlos Alcaraz a Wimbledon è ormai certa, le sue condizioni fisiche sono però la reale incognita. Dopo il ritiro dal torneo del Queen’s di settimana scorsa per un problema al gomito destro, il giocatore spagnolo ha già iniziato ad allenarsi a Wimbledon con un evidente fasciatura al braccio.

Se la stagione su terra battuta ha visto il 19enne murciano assoluto protagonista e tra i tennisti più in forma, Alcaraz si presenta a Wimbledon senza aver disputato nemmeno una partita sull’erba. C’è dunque tanta curiosità di vederlo in azione su una superficie sulla quale ha ancora potuto dimostrare poco, data l’eliminazione dello scorso anno al secondo turno dello slam britannico per mano di Daniil Medvedev.

L’allenatore del tennista spagnolo, Juan Carlos Ferrero, ha rivelato all’Agencia EFE quali sono le attuali condizioni del numero 7 del mondo e le sue sensazioni in vista del prossimo slam.

“Fisicamente ha lavorato bene.

A Carlos piace giocare sull'erba”

Ferrero ha spiegato che la fasciatura al gomito di Alcaraz, il quale ha sentito dolore nelle ultime settimane, serve a proteggere l’articolazione. “Fisicamente ha lavorato bene.

A Carlos piace giocare sull'erba. In Accademia ci siamo allenati sull'erba artificiale, che non è esattamente la stessa cosa. A livello tennistico, ci siamo presi cura del suo gomito, ecco perché aveva il bendaggio.

Il gomito gli ha dato un po' di fastidio e la fasciatura serve a proteggere meglio l'articolazione” ha detto l’allenatore spagnolo. L’ex numero uno del mondo ha poi parlato delle difficoltà dello slam britannico.

“Questo è il torneo più difficile, perché è quello con la minore preparazione. A livello fisico è impegnativo, perché l'erba è la superficie più difficile da recuperare da una partita all'altra.

Ecco perché Wimbledon è sempre un'incognita. Può complicare una partita che si pensa sia facile o il contrario” ha dichiarato Ferrero. Il vincitore del Roland Garros del 2003 ha infine concluso aggiungendo che le palle pesanti causano un certo disagio al giovane tennista spagnolo, il quale dovrà abituarsi a eseguire un buon gioco di gambe dalla linea di fondo e a sapere quali spazi occupare per migliorare.