Alexander Zverev spaventa i fan: "Non so se sarò agli US Open"



by   |  LETTURE 4788

Alexander Zverev spaventa i fan: "Non so se sarò agli US Open"

Il 2022 è decisamente l’anno più buio della carriera di Alexander Zverev. Nonostante la classifica sorrida al tennista tedesco, che ha raggiunto la seconda posizione del ranking grazie al tonfo di Novak Djokovic (a causa della sottrazione dei punti relativi alla sua vittoria a Wimbledon la scorsa stagione), Zverev non è ancora stato in grado di conquistare un solo titolo ATP nell’anno corrente.

Il tedesco ha infatti perso le finali dell’ATP 250 di Montpellier contro Alexander Bublik e del Master 1000 di Madrid contro Carlitos Alcaraz. Il bruttissimo infortunio ai legamenti della caviglia destra rimediato nella semifinale del Roland Garros contro Rafael Nadal ha poi interrotto il sogno del tedesco di conquistare il suo primo slam, costringendolo inoltre ad un intervento chirurgico.

La riabilitazione sarà lenta e dunque lo costringerà a rinunciare al torneo di Wimbledon. Il tennista 25enne non conclude una stagione a secco di tornei dal 2016. Zverev nelle ultime ore ha dato informazioni importanti sul proprio futuro, rivelando le sue possibilità di tornare in campo per l’ultimo slam dell’anno, gli Us Open.

Quando potrebbe tornare Sasha Zverev?

In una dichiarazione rilasciata alla testata tedesca Bild, il tennista tedesco ha dichiarato che la sua partecipazione agli US Open è ancora tutt’altro che scontata. “Non so se sarò agli US Open, dovrei giocare un paio di tornei prima per arrivarci bene, per il momento non ho fissato una data.

Non voglio giocare subito dopo il recupero, se vado agli US Open non è per superare un paio di turni, ma per vincere il titolo. Non tornerò finché non sarò in forma” ha detto l’attuale numero due del mondo.

Zverev ha dunque preferito non sbilanciarsi sul suo futuro dopo la riabilitazione dall’infortunio, lasciando dubbi sul suo ritorno in campo. Un eventuale assenza dai campi del tennista tedesco fino allo slam americano implicherebbe la perdita di tanti punti ATP per il 25enne di Amburgo, vista la vittoria, l’anno passato, del Master 1000 di Cincinnati e la semifinale raggiunta agli Us Open.