Matteo Berrettini non si ferma più: "Ho giocato la miglior partita della settimana"



by   |  LETTURE 4511

Matteo Berrettini non si ferma più: "Ho giocato la miglior partita della settimana"

Matteo Berrettini non si ferma e raggiugne per il secondo anno consecutivo la finale al torneo ATP 500 del Quenn’s. Il tennista italiano si è reso protagonista di un’ottima prestazione e ha sconfitto con il punteggio di 6-4, 6-3 Botic van de Zandschulp.

Il romano ha gestito alla perfezione i momenti importanti della partita e non si è lasciato condizionare dall’interruzione causata dalla pioggia nel secondo set. Il suo prossimo avversario non sarà Marin Cilic, che non ha sfruttato l’importante opportunità e ha perso in due set contro Filip Krajinovic.

Per il serbo si tratta della prima finale sull’erba. L’azzurro ha vinto gli unici due scontri diretti, ma in entrambe le occasioni la partita si è disputata sulla terra battuta.

Le dichiarazioni di Berrettini dopo la vittoria in semifinale

“Incredibile tornare in finale, sono molto felice.

È stata una partita davvero dura. Siamo stati costretti a fermarci per la pioggia. Ho avuto tante occasioni, sono stato breakkato nel finale di primo set, ma c’era molto vento ed è stato difficile giocare bene" , ha dichiarato Berrettini nell'intervista post-partita.

"Penso, però, di aver giocato il mio miglior match della settimana, quindi sono davvero felice e non vedo l’ora di giocare la finale. Siamo in Gran Bretagna! Ieri sembrava di essere in Italia. Oggi è molto più Londra.

A parte tutto, fermarsi e ripartire è complicato. Durante il riscaldamento ci siamo fermati 3-4 volte. Oggi sono stato pronto tutte le volte che dovevo esserlo Spero di ripetermi domani” . Quando gli è stato fatto notare che raggiungere quattro finali consecutive sull'erba non è un risultato per molti, Berrettini ha risposto con grande umiltà: "Essere accostato a Roger Federer, Novak Djokovic e Andy Murray è molto bello.

Ovviamente non posso paragonarmi a loro, ma per me è un piacere giocare e divertirmi. Ho guardato loro per tutta la vita. Chissà, proverò a batterli“ . Photo Credit: Getty Images