Woodbridge: "Non solo Novak Djokovic, c'è anche Kyrgios come favorito a Wimbledon"



by   |  LETTURE 2138

Woodbridge: "Non solo Novak Djokovic, c'è anche Kyrgios come favorito a Wimbledon"

L'edizione di quest'anno del torneo di Wimbledon sarà sicuramente particolare. Il terzo Slam dell'anno non prevede la possibilità di guadagnare punti, diversi atleti top non sono nelle migliori condizioni (vedi Novak Djokovic e Rafa Nadal) e il numero uno al mondo Daniil Medvedev non parteciperà al torneo, a causa della scelta del Governo britannico sugli atleti russi e bielorussi.

Sarà sicuramente un Wimbledon diverso da tutti gli altri e potrebbe esserci qualche clamoroso outsider. Tra questi non va sottovalutato il tennista australiano Nick Kyrgios. Da sempre il 'particolare' atleta ha un vero e proprio amore verso questa superficie ed, in passato, ha creato problemi a chiunque si fosse messo sul suo cammino.

In una recente intervista l'ex campione Todd Woodbridge, ora opinionista per Nine Sports, ha parlato delle possibilità dell'australiano nel torneo londinese.

Todd Woodbridge sul percorso di Nick Kyrgios

Nel corso della sua carriera Nick Kyrgios ha mostrato grande discontinuità ed è questo uno dei grandi dubbi circa le sue possibilità nel torneo.

Woodbridge ha parlato chiaramente riguardo Nick ed ha commentato: "Nick si è allenato davvero molto bene in questa stagione, è apparso molto concentrato e questo sicuramente è un buon inizio per fare una buona stagione sull'erba.

Oltre a Novak Djokovic, se devo fare un nome per Wimbledon, dico Nick Kyrgios. Lui può battere chiunque su questa superficie. Ovviamente, mai come quest'anno, credo anche lui ne sia consapevole e di conseguenza bisogna capire come riuscirà a gestire l'hype per questo torneo dello Slam.

È uno dei favoriti e può andare lontano a Wimbledon" Woodbridge ha spiegato però cosa serve per andare avanti, non solo a Kyrgios: "Sarà fondamentale avere un buon sorteggio, sarà davvero importante.

Non essere dal lato del tabellone di Djokovic è molto importante, soprattutto meglio beccarlo dalle semifinali in poi e inoltre in quel momento del torneo poi può succedere di tutto. Se arriva in semifinale e sta bene sia fisicamente che mentalmente davvero può fare qualsiasi cosa"

Il miglior risultato di Kyrgios a Wimbledon è arrivato con i Quarti di finale del 2014, ma soprattutto quest'anno c'è grande ottimismo circa le possibilità del tennista australiano.