"Non sono sorpreso": Daniil Medvedev parla in vista della finale in Olanda



by   |  LETTURE 3457

"Non sono sorpreso": Daniil Medvedev parla in vista della finale in Olanda

Da Lunedì prossimo il tennista russo Daniil Medvedev diventerà il numero uno al mondo. Novak Djokovic perderà i punti guadagnati lo scorso anno al Roland Garros e sia Daniil che Zverev lo scavalcheranno in classifica.

Medvedev, come tutti ben sappiamo, non parteciperà al prossimo torneo di Wimbledon, ma visto il blocco dei punti il tennista è destinato a restare in vetta alla classifica, probabilmente per un po' di tempo (a meno di sorprendenti colpi di scena).

Per festeggiare questo traguardo Medvedev si è assicurato la finale al torneo olandese dell'Hertogenbosch dove ha dimostrato un'ottima affinità con l'erba. Il numero uno, predilige il cemento e da sempre trova difficoltà sulla terra, ma ha dimostrato di avere un buon rapporto invece con questa superficie.

In finale Medvedev non troverà il canadese Felix Auger-Aliassime, ma a sorpresa affronterà il padrone di casa, la wild card olandese Van Rijthoven. Il numero 205 al mondo è la sorpresa della settimana e proverà un ultimo scherzetto all'attuale (ancora per poco) numero due al mondo.

Le parole di Medvedev in conferenza stampa

Medvedev ha parlato così in conferenza stampa, commentando il suo andamento nel torneo: "Adrian Mannarino gioca molto belle qui, in alcuni momenti del match avevo come l'impressione di non poter fare nulla.

Alla fine ho optato per continuare sulla mia strada con il mio gioco e la cosa ha funzionato" Medvedev si è aggiudicato il match con un doppio 7-5, soffrendo anche più del previsto. Non potevano poi mancare parole sul suo prossimo avversario, la sorpresa Van Rijthoven: "L'ultima volta che ho visto Tim era nella categoria juniores, probabilmente avevamo entrambi circa 18 anni.

Ha sempre fatto molto bene sull'erba e quindi non sono sorpreso dai suoi risultati. Credo che sia un gran bel tennista e in finale non sarà facile. Mi piacerebbe vincere ma devo giocare con il mio miglior tennis. Poi d'altronde, una volta che sei in finale vuoi sempre vincere"