Santopadre su Matteo Berrettini: "Si è ripreso completamente, ma... "



by   |  LETTURE 3344

Santopadre su Matteo Berrettini: "Si è ripreso completamente, ma... "

Matteo Berrettini tornerà in campo al torneo ATP 250 di Stoccarda dopo l’operazione alla mano destra che lo ha costretto a saltare il Masters 1000 di Miami e tutta la stagione sulla terra battuta. Il tennista romano ha giocato la sua ultima partita ufficiale a Indian Wells lo scorso 16 marzo e non vede l’ora di esprimere tutto il suo potenziale sull’erba.

Berrettini è stato sorteggiato nella parte bassa del main draw a Stoccarda e affronterà all’esordio Radu Albot. In caso di vittoria, l’azzurro potrebbe dare vita a un derby tricolore con Lorenzo Sonego ai quarti di finale.

Il piemontese dovrà però battere la concorrenza di Jan-Lennard Struff al secondo turno. I maggiori indiziati per raggiungere le semifinali nella stessa porzione di tabellone sono Denis Shapovalov e Arthur Rinderknech.

Santopadre su Berrettini: "Si è ripreso completamente"

Vincenzo Santopadre, storico allenatore di Berrettini, ha parlato delle attuali condizioni del suo assistito in un’intervista esclusiva rilasciata a Il Messaggero.

"Si è ripreso completamente, ha lavorato molto bene sotto ogni aspetto, deve comunque tornare a giocare per ritrovare le giuste sensazioni" , ha spiegato Santopadre. "La partecipazione a Stoccarda non era prevista, ma sarà utile alla sua ripresa, per tornare al top.

Abbiamo lavorato sulla parte sinistra, anche sulla mano, visto che la destra non poteva in quel momento essere utilizzata; poi ci siamo concentrati sul recuperare l’elasticità della mano dopo l’intervento e poi sulla fluidità.

Ogni volta, al rientro, Berrettini ha dimostrato di essere più forte di prima: alle volte fa bene prendersi una pausa, lo vedo migliorato fisicamente e tecnicamente nella risposta al servizio. Naturalmente gli è dispiaciuto aver saltato Montecarlo, Roma e Parigi, sono alcuni dei tornei che preferisce, ma adesso non vede l’ora di ritrovare l’adrenalina della partita.

Distratto da quel che accade fuori dal campo? Per destabilizzare Matteo ci vuole una bomba: è responsabile, un gran lavoratore" .