Alexander Zverev e i problemi al servizio: "È colpa del freddo"



by MARIO TRAMO

Alexander Zverev e i problemi al servizio: "È colpa del freddo"

Non viene considerato come il principale favorito e neanche tra i primi tre ma Alexander Zverev continua senza problemi ad avanzare al Roland Garros. Il tennista tedesco fatica leggermente più del previsto per battere lo spagnolo Zapata Miralles ma chiude comunque in tre set e raggiunge i Quarti di finale del torneo.

Ora per Sascha arriva la parte più delicata del torneo e subito ai Quarti affronterà in un durissimo test lo spagnolo Carlos Alcaraz. Eventualmente dovrebbe affrontare il vincitore tra Djokovic e Nadal in semifinale.

Ecco le dichiarazioni del tedesco in conferenza stampa: "Non conoscevo molto di Zapata ma ha offerto una prova impressionante. Credo che se continuerà a giocare a questi livelli salirà anche molto in classifica.

Ovviamente ho messo in mostra alcune lacune ma nel complesso sono soddisfatto della mia prova. Giocherò i Quarti di finale tra due giorni e come tennista è una situazione diversa rispetto ai tornei dove si gioca giorno dopo giorno.

Negli Slam non puoi pianificare tutto con anticipo".

Zverev ed il problema relativo al clima

Sascha ha parlato inoltre dei problemi con il servizio, additando la colpa alla temperatura a Parigi: "Ci sono solo 12 gradi ed è difficile colpire la pallina a più di 200 chilometri orari, normalmente non ho questo problema.

Il caldo aiuta il mio servizio ed oggi non c'era". Il tedesco ha poi parlato riguardo la differenza tra sessione diurna o notturna ed ha continuato: "Non mi dispiace giocare nelle sessioni notturne se durante la giornata ci sono oltre 30 gradi, ma se anche di sera ci sono temperature molto basse la cosa diventa ancora più difficile.

Sembra strano ma è cosi per il mio gioco ed il mio servizio ne risente e sarà ancora più lento. Sono consapevole che contro Alcaraz giocherò di notte, ormai l'ho messo in conto e mi sto preparando all'idea".

Curioso il fatto che Zverev ha parlato di Alcaraz come avversario, dicendosi quasi sicuro, nonostante il fatto che Alcaraz ancora non aveva messo piede in campo (ha affrontato il russo Karen Khachanov).

Alexander Zverev