Jon Wertheim commenta la straordinaria rimonta di Carlos Alcaraz a Parigi

Alcaraz ha impiegato quattro ore e mezza per avere la meglio sul connazionale Albert Ramos

by Simone Brugnoli
SHARE
Jon Wertheim commenta la straordinaria rimonta di Carlos Alcaraz a Parigi

Carlos Alcaraz ha impiegato quattro ore e mezza per avere la meglio sul connazionale Albert Ramos al secondo turno del Roland Garros. Dopo un inizio sfavillante, il pupillo di Juan Carlos Ferrero ha sofferto il gioco del suo avversario e ha iniziato a commettere troppi errori gratuiti.

Il numero 6 del mondo ha annullato un match point nel quarto set prima di imporsi 6-1 6-7(7) 5-7 7-6(2) 6-4, in quella che è stata la partita più lunga della sua carriera finora. Ci si aspetta moltissimo da ‘Carlitos’ in quest’edizione del French Open, specialmente dopo il suo eccezionale avvio di stagione.

Il 19enne di Murcia ha conquistato due ATP 500 (Rio e Barcellona) e due Masters 1000 (Miami e Madrid) nel 2022, tanto da essere già stato designato come il futuro dominatore del circuito maschile. Al terzo round affronterà Sebastian Korda, che lo ha già battuto quest’anno sulla terra di Montecarlo.

Ai microfoni di Tennis Channel, il noto giornalista Jon Wertheim ha commentato la straordinaria rimonta di Alcaraz contro Ramos.

Alcaraz ha rischiato tantissimo

“Spesso pensiamo al tennis come se fosse un binario: si vince o si perde.

In realtà, esistono tanti modi per vincere e perdere. A volte colpisci alla grande ed entri in the zone, mentre altre volte devi rotolare nel fango e trovare un modo per riemergere dalle sabbie mobili” – ha spiegato Wertheim.

“Carlos Alcaraz non ha giocato bene contro Albert Ramos, ma è riuscito comunque a spuntarla. Una vittoria del genere farà molto bene alla sua carriera. Sono questi i match che ti servono quando hai 19 anni.

Sono molto più utili delle vittorie in 100 minuti” – ha aggiunto. In conferenza stampa, Carlos ha analizzato la sua prestazione: “Sono ancora giovane, ma mi definirei un giocatore piuttosto esperto ora.

Mi sento a mio agio nei grandi stadi e contro i migliori al mondo. Sono pronto sia fisicamente che mentalmente. Ho mantenuto i nervi saldi durante la partita e quest’attitudine positiva mi ha aiutato. Sto cercando di godermi il momento, mi divertono queste battaglie”.

Carlos Alcaraz
SHARE