Nick Kyrgios choc: "Mi tagliavo, ho vissuto un periodo molto difficile"

Il tennista australiano si è raccontato in un'intervista

by Mario Tramo
SHARE
Nick Kyrgios choc: "Mi tagliavo, ho vissuto un periodo molto difficile"

È uno dei tennisti più talentuosi ma soprattutto uno degli atleti più particolari all'interno del circuito Atp. Nick Kyrgios fa sempre parlare e non solo per quello che combina in campo. Il tennista australiano ha rilasciato una bella intervista ai microfoni del sito Wide World of Sports ed ha raccontato diversi aneddoti sulla sua carriera.

Kyrgios, in particolare, è tornato su un momento difficile arrivato circa due anni fa.

Nick Kyrgios racconta i suoi problemi di salute mentale

Il tennista australiano ha parlato di tanti temi, ecco le sue interviste: "Nel 2019 ho vissuto un momento molto serio e davvero preoccupante.

Ad un certo punto ho sofferto di autolesionismo, le persone che mi stavano intorno si preoccupavano per me, ma io mi sono isolato da tutti. Io non ascoltavo nessuno ed abusavo di alcol e droghe, è stato un momento difficile.

Fortunatamente ora sto bene, non bevo più come una volta e tendo a cena a bere al massimo un bicchiere di vino. Ho abitudini molto più salutari, tendo ad allenarmi un po' di più, faccio una buona dieta e devo dire che la pandemia in un certo senso mi ha aiutato!

Le critiche dei social? Non è facile affrontarle, aprire Instagram o Twitter e vedere diversi commenti negativi o insulti non è bello. Uno cerca di non ascoltare gli insulti, ma ti entrano nel cervello e non è facile.

È complicato". Poi Kyrgios ha parlato delle critiche ricevute dal mondo del tennis: "Ad un certo punto mi hanno trattato come un pazzo e non mi hanno rispettato, mi sentivo inutile e ho odiato tutta la mia vita. Mi tagliavo ed ho attraversato uno dei momenti più bui della mia vita.

Fortunatamente ciò che non uccide fortifica". Kyrgios ha ricevuto diverse critiche nel circuito, uno dei tanti a criticarlo recentemente è stato Mats Wilander. Ecco le sue parole: “Penso sia una cosa orribile.

Credo che rompere una racchetta su un campo da tennis rappresenti un gesto di basso livello, perché la maggior parte delle persone non può permettersi di comprarne una. Lleyton Hewitt mi ha detto che i bambini in Australia iniziano a comprarsi come Kyrgios.

Non dico che lancino racchette in ogni occasione, ma spediscono spesso la palla fuori dal campo come Kyrgios. Questo è un fatto abbastanza grave. Nick ha un grande talento, ma non usa la testa. Non utilizza mai i piedi quando colpisce la palla, ma molti ragazzi lo ammirano. Penso sia atroce” .

Nick Kyrgios
SHARE