Il pensiero di Barbara Schett sulle possibilità di Emma Raducanu a Wimbledon



by   |  LETTURE 3385

Il pensiero di Barbara Schett sulle possibilità di Emma Raducanu a Wimbledon

L'ex numero 7 del mondo Barbara Schett pensa che non sia realistico aspettarsi da Emma Raducanu la vittoria del Roland Garros e ha anche invitato la comunità tennistica britannica a non mettere troppa pressione su di lei quando verrà la volta di Wimbledon.

La Raducanu, che sta conducendo una carriera di alto livello e oggi occupa la posizione numero 11 del mondo, ha fatto un solido inizio della sua prima stagione sulla terra battuta, raggiungendo la finale di Stoccarda e anche gli ottavi di finale in quel di Madrid.

In vista della stagione sul rosso, c'era un grande punto di domanda in merito a come la Raducanu avrebbe giocato su quella che era considerata la superficie meno congeniale al suo tennis. A Stoccarda, la giovane tennista britannica ha raggiunto i quarti di finale prima di infrangersi contro la numero 1 del mondo Iga Swiatek.

Dopo una solida campagna in terra tedesca, Emma Raducanu è dunque giunta a Madrid, dove però ieri è stata battuta dalla ucraina Anhelina Kalinina nel match di ottavi di finale. “Non credo che la gente si aspetti che Emma Raducanu vinca l'Open di Francia, ma è chiaro che potrebbe essere pericolosa – ha dichiarato Barbara Schett − .

Sappiamo che un torneo del Grande Slam è sempre diverso e specialmente nel lato femminile le cose o i sorteggi o le sezioni si aprono sempre in qualche modo” , ha detto la ex giocatrice austriaca a Eurosport, come riportato su Tennis365.

Schett: “Sarebbe bello vedere la Raducanu in semifinale a Wimbledon”

Wimbledon è stato il luogo dove Emma Raducanu ha attirato l'attenzione sul suo nome. L'anno scorso, la 19enne nativa di Toronto ha raggiunto gli ottavi di finale all’All England Club partendo come wild card, prima di essere costretta a ritirarsi contro Ajla Tomljanovic.

“Ma la grande sfida sarà sicuramente Wimbledon per Emma Raducanu, penso che se potesse raggiungere una semifinale sarebbe incredibile. Non credo che la gente dovrebbe, specialmente nel Regno Unito, pensare: 'Ok, vincerà Wimbledon'” , ha aggiunto Barbara Schett.

“È un compito un po' troppo grande, ma penso che se riuscisse a bloccare tutto lo stress o tutte le persone intorno a lei che vogliono qualcosa da lei, se riuscisse a bloccare tutte le aspettative di tutte le altre persone, allora sarebbe una vincitrice” .