Carlos Alcaraz analizza la difficile vittoria ottenuta nel match d'esordio a Madrid



by   |  LETTURE 2493

Carlos Alcaraz analizza la difficile vittoria ottenuta nel match d'esordio a Madrid

Carlos Alcaraz ha vinto il match d’esordio contro Nikoloz Basilashvili. Sono stati sufficienti due set per il numero due spagnolo per poter approdare al terzo turno del Masters 1000 di Madrid, che ha comunque voluto sottolineare la difficoltà di affrontare il georgiano nella prima partita del torno.

"Molto felice di aver potuto vincere la partita contro un giocatore molto difficile, lui colpisce la palla molto forte, pochi scambi, abbiamo dovuto tenere il ritmo dall'inizio alla fine e cercare di non rallentare.

Ci è voluto un po' di tempo, ma alla fine ce l'abbiamo fatta", ha dichiarato nella conferenza stampa che ha seguito il match. Un match complicato per Carlos Alcaraz, che sia nel primo sia nel secondo set ha dovuto correre ai ripari dopo aver subito un break.

Se nel primo parziale, Bashilashvili è stato più generoso, nel secondo la battaglia è diventata ardua. Per uscirne vincitore, Alcaraz ha dovuto esternare la sua natura da lottatore. "Sono un giocatore che lotta fino all'ultimo palla, finché l'altro non lo sbaglia o non può più restituirlo, con lo spirito di lottare per ogni pallone, di non mollare un pallone.

È stato un punto magnifico prima della fine del primo set, spettacolare. Incredibile che tutta la gente si sia alzata e mi abbia fatto il tifo", ha detto il 18enne spagnolo.

Alcaraz sul match terminato oltre la mezzanotte

Il match tra Alcaraz e Bashilashvili è stato l’ultimo (insieme alla vittoria di Murray) della giornata, concluso dopo la mezzanotte.

Un orario non facile, soprattutto in vista del recupero: "Andrò a letto molto tardi e per il recupero non è l'ideale, preferisco giocare prima, nel bene e nel male, preferisco finire prima" La nazionalità e lo stile di gioco non possono che rimandare Alcaraz all’idolo di casa, Rafael Nadal, suo possibile avversario nei quarti di finale di Madrid.

"Un duello con Rafa Nadal nei quarti di finale sarebbe molto bello, ma questo è un Masters 1000, ci sono i migliori giocatori del mondo e sia io che Rafa dobbiamo dimostrare molto per arrivarci", ha detto realisticamente il vincitore del torneo 1000 di Miami.