Carlos Alcaraz: "Sono uno dei migliori al mondo. Spero di giocare con Rafael Nadal"



by   |  LETTURE 2637

Carlos Alcaraz: "Sono uno dei migliori al mondo. Spero di giocare con Rafael Nadal"

Debutterà in singolare martedì 3 maggio sul "Manolo Santana" contro il georgiano Nikoloz Basilashvili. Carlos Alcaraz non si vuole accontentare e proverà a essere uno dei protagonisti assoluti nel torneo 'di casa' a Madrid, valido anche nel circuito Atp come un Master 1000.

Le sue parole alla vigilia

Lo spagnolo si è concentrato su diversi temi nella conferenza stampa iniziale, come l'esordio in doppio con l'iberico Marc Lopez sullo stesso campo in cui giocherà il primo turno della competizione individuale: "Non è stato facile giocare, ci sono molti dettagli come sole e ombra, le tribune dietro...

sono aspetti che bisogna cogliere poco a poco, è chiaro che per me fa bene giocare in doppio per limare queste piccolezze. È sempre difficile giocare su questi campi” ha commentato. Sul calore del pubblico: "L'ho notato dal primo punto fino all'ultimo.

È stato tutto spettacolare, le persone vengono a vedermi in allenamento, dal primo giorno ho sentito quell'affetto e la verità è che mi sento fortunato a poter vivere questi momenti. Non è facile giocare in casa, c'è molta aspettativa, tante persone che vogliono che tu faccia bene, ma io sono un ragazzo che cambia le cose e la prendo come una motivazione in più.

Giocando in casa e con la tua gente, in quei momenti difficili tutto ti aiuta ad andare avanti” ha sottolineato. Le sue aspettative: "A ogni torneo in cui partecipo penso di poter vincere, penso di avere il livello e la fisicità che serve.

Questo però è tennis e in ogni partita può succedere di tutto. Mi sento preparato, con il livello e la fiducia per ottenere un grande risultato qui” hanno dichiarato il talentuoso 18enne, autore finora di un 2022 da incorniciare.

Poi ha rimarcato: "Mi considero uno dei migliori giocatori al mondo. In questo momento sono il numero 9, sono maturato molto, vedo i giochi in modo diverso. Penso di poter vincere ogni sfida" ha proseguito nell'intervista.

Ipotetico quarto di finale col vincitore di 21 titoli Slam, nonché connazionale, Rafael Nadal: "È un Master 1000, qui ogni match è super complicato, forse il primo turno potrebbe essere come la finale di un Atp.

Alla fine bisogna pensare partita dopo partita, ma spero di giocare ancora contro Rafa un anno dopo" ha concluso. Proprio a Madrid ci fu il primo incrocio fra i due spagnoli, con la vittoria netta del ntivo di Manacor per 6-1, 6-2.