Renzo Furlan: "Boris Becker condannato? Sono rimasto molto sorpreso"



by   |  LETTURE 2416

Renzo Furlan: "Boris Becker condannato? Sono rimasto molto sorpreso"

Boris Becker è stato condannato a due anni e mezzo di carcere per bancarotta fraudolenta. Il caso riguardava un debito contratto dall’ex campione tedesco nei confronti della banca privata Arbuthnot Latham & Co e altri finanziatori privati.

Becker, nonostante i tentativi di estinguere il debito ipotecando varie proprietà immobiliari e mettendo all’asta i suoi trofei, non è mai riuscito a pagare le rate promesse. Il giudice di Southwark ha deciso di infliggere a Becker, che rischiava fino a sette anni di carcere, 30 mesi di reclusione.

Il tedesco sconterà solo metà della pena in carcere; il restante periodo di detenzione sarà invece seguito in regime di semilibertà. Il giudice Deborah Taylor, durante il processo, ha messo in evidenza il cattivo comportamento tenuto da Becker nel corso delle ultime settimane.

“È da notare come lei non anni ammesso la sua colpa è nemmeno mostrato rimorso. C’è stata da parte sua una totale mancanza di umiltà” . Becker si è infatti sempre dichiarato innocente, come un vecchio tweet testimonia.

“Innocente fino a prova contraria! Nego le accuse contro di me e mi difenderò con tutti i mezzi legali” , aveva scritto Becker ancora prima dell’inizio del processo.

Furlan sul caso Becker: "Mi ha lasciato basito"

Renzo Furlan, ex numero 19 del mondo, ha parlato proprio del caso Becker in un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa Adnkronos.

“Becker condannato? Sono rimasto molto sorpreso, ovviamente mi dispiace. La corte avrà valutato le sue colpe. Mi ha lasciato basito" , ha spiegato Furlan. "Deve solo sperare che passi presto, sarà dura.

Per il Boris uomo e marito non è una cosa bella. Io lo ricordo come giocatore e come allenatore. Era anche in ballo per una eventuale collaborazione con Jannik Sinner, il nostro miglior talento. Conosco quel Becker lì, ancora affamato di tennis, volenteroso di far del bene con giovani giocatori, conosco quella parte del campione. Questa parte devasta un po' i piani di un uomo e di un allenatore" . Photo Credit: Imago Images