La sentenza di Eugenie Bouchard sulla carriera di Serena Williams



by   |  LETTURE 13093

La sentenza di Eugenie Bouchard sulla carriera di Serena Williams

Cosi come nel tennis maschile continua imperterrito la questione su chi è il GOAT, anche il tennis femminile non è da meno. La campionessa americana Serena Williams è ormai ferma da tempo e appare improbabile che la tennista riesca a raggiungere e magari superare il record di Margaret Court, campionessa con ben 24 titoli del Grande Slam all'attivo.

Serena è ferma a quota 23, negli ultimi anni più volte ha provato a raggiungere il record della rivale ma non ha ottenuto risultati. Il dibattito sulla miglior giocatrice di tutti i tempi aleggia da anni ed ogni settimana intervengono nuove voci sulla vicenda.

L'ex numero 5 al mondo, la tennista canadese Eugenie Bouchard ha parlato della vicenda. Nel corso del podcast su Sportkeeda 'Pardon My Take' la bella tennista, ferma da tempo a causa di importanti infortuni, è stata chiara: "Ognuno la pensa come vuole, ma per me Serena Williams è da considerare come il GOAT di questo sport per il tennis femminile".

Le parole di Eugenie non sono le prime a favore della minore delle leggendarie sorelle Williams.

Anche Mouratoglou vede Serena Williams come la migliore

Qualche tempo fa anche il noto coach Patrick Mouratoglou si è espresso sulla vicenda.

Il tecnico ha chiarito il motivo per cui Serena debba essere considerata la migliore nonostante i meno titoli della Court. Ecco le sue dichiarazioni: "Con tutto il rispetto per Margaret Court, ma lei ha giocato quando il tennis non era professionistico e quando oltre la metà delle tenniste non potevano neanche andare in Australia per giocare.

Era un'altra epoca e Serena invece ha cambiato questo sport. Prima di lei e Venus il tennis era solo per tenniste bianche, con loro è cambiato tutto. Lei intimidiva gli avversari con la sua forza ed è stata la prima a fare ciò nel tennis femminile".

I numeri di Serena Williams sono evidenti agli occhi di tutti ed i suoi record la rendono in ogni caso come una delle migliori atlete della storia dello sport.