Karen Khachanov sull’esclusione dei tennisti russi da Wimbledon: "Sono devastato"



by   |  LETTURE 8023

Karen Khachanov sull’esclusione dei tennisti russi da Wimbledon: "Sono devastato"

Gli organizzatori del torneo di Wimbledon hanno deciso di utilizzare il pugno duro e di escludere i tennisti russi e bielorussi dal prestigioso Slam londinese. Per quanto riguarda il circuito maschile, non disputeranno il terzo Major dell’anno l’ex numero uno del mondo Daniil Medvedev, Andrey Rublev, Karen Khachanov, Aslan Karatsev e Ilya Ivashka.

Anche il torneo femminile perdere alcune delle sue principali protagoniste. Si tratta di Aryna Sabalenka, Victoria Azarenka, Anastasia Pavlyuchenkova, Daria Kasatkina, Veronika Kudermetova, Liudmila Samsonova e Aliaksandra Sasnovich.

L’ATP e la WTA si sono schierati contro la decisione presa dagli organizzatori di Wimbledon e, nelle ultime ore, due dei diretti interessati sono usciti alla scoperto. Rublev e Khachanov, impegnati al torneo ATP 250 di Belgrado questa settimana, hanno espresso la loro dura opinione sul provvedimento preso dai membri dell’All England Club.

Khachanov: "Wimbledon? Sono devastato"

“Ho fatto una dichiarazione sulla situazione e poi non ho più voluto rispondere ad altre domande, quindi ora farò un’altra dichiarazione e spero che possa rendere tutto più chiaro.

Prima di tutto, non mi intendo di politica. Non so niente, non leggo le notizie e non seguo in generale, perché lavoro duro per essere un tennista e questo è il mio lavoro" , ha spiegato Rublev. "Ieri alcuni giocatori e io abbiamo avuto una call con Wimbledon, solo per parlare della situazione e cercare di trovare una soluzione.

Ad essere onesti, le ragioni che hanno portato all’esclusione non hanno senso e non c’è una logica in quello che hanno proposto. Avrei potuto capire se escludere i giocatori russi e bielorussi avesse un qualche impatto, ma non servirà a niente e non cambierà niente.

Quello che stanno facendo è una discriminazione nei nostri confronti” . Khachanov, da parte sua, ha spiegato: “Per quanto riguarda Wimbledon, ovviamente, sono triste, deluso e devastato per il fatto che stiano accadendo queste cose e che siano arrivati fino a questo punto.

È uno dei tornei più belli del mondo, almeno per me. È speciale. Ho fatto molto bene a Wimbledon lo scorso anno, quando ho raggiunto i quarti di finale. E sono davvero molto triste che non avrò l’opportunità di competere e di dare il massimo in questo torneo. Come ho detto prima, sono molto triste per la decisione presa ieri pomeriggio” .