Emma Raducanu parla del suo particolare rapporto con la terra battuta



by MARIO TRAMO

Emma Raducanu parla del suo particolare rapporto con la terra battuta

Nel 2021 la tennista britannica Emma Raducanu ha realizzato la più grande sorpresa degli ultimi tempi. La diciottenne atleta ha sorpreso le rivali ed al suo primo vero autentico torneo tra i professionisti si è aggiudicata gli Us Open 2021, riportando una vittoria Slam in Gran Bretagna dopo diverso tempo.

Fama, sponsor e successo hanno caratterizzato i mesi successivi per Emma che è però letteralmente svanita e non ha avuto modo di ripetersi. Problemi fisici uniti alla pressione a questa giovane età hanno creato problemi alla Raducanu che questa settimana tornerà in campo nel Wta di Stoccarda.

Debutto stagionale sulla terra rossa, una superficie inedita per la tennista e tanti sono curiosi di vedere il suo modo di approcciare a questa superficie. Ecco le sue dichiarazioni: "Negli ultimi tempi ho trascorso tempi difficili e adattarmi alla terra battuta non è semplice per me.

Inoltre per me non è facile, improvvisamente ho vinto uno Slam e devo capire che tipo di tennista sono. Credo di avere molti margini di miglioramento, ma ho bisogno di tempo e lavoro oltre che pazienza per ottenere continuità di risultati.

La vittoria sulla Martincova (in Billie Jean King Cup) mi ha dato fiducia e sono riuscita a muovermi su una superficie all'inizio ostica".

Le parole di Emma Raducanu sulla terra battuta

La tennista ha parlato poi delle sue ambizioni future su questa superficie: "Questa è una fase molto interessante di questa stagione, giocare su terra richiede intelligenza e pazienza, solo cosi puoi costruire il punto.

Spero di giocare molte partite su terra battuta e questo può aiutarmi molto a sviluppare il mio tennis". La Raducanu debutterà in giornata in un match contro l'australiana Sanders. Già in questi giorni la Raducanu ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Mi piace muovermi perché sento di avere molto più potenziale fisicamente e mi diverto a scivolare.

Quindi dopo aver trascorso più tempo su questa superficie, sono sicura che imparerò di più sulla superficie e sulla velocità di gioco, dovrò adattarmi al tempo che la terra fornisce. Mi sento come se potessi davvero usarlo e giocare in modo aggressivo pur essendo in grado di muovermi. Non vedo l'ora di dedicare più tempo alla terra battuta in futuro".

Emma Raducanu