Le parole di Stefanos Tsitsipas prima della finale a Monte Carlo



by   |  LETTURE 1883

Le parole di Stefanos Tsitsipas prima della finale a Monte Carlo

Stefanos Tsitsipas è pronto a difendere il titolo di Monte Carlo nell'edizione 2022: in finale ci sarà un galvanizzato Davidovich Fokina a volergli rendere la vita complicata, con lo spagnolo che ha la grande occasione di vincere il suo primo Master 1000 della carriera.

Le parole del greco

“Ho dovuto mettere la mia anima in campo. Dopo la battaglia fisica della notte prima, sapevo che il mio corpo non avrebbe risposto come avrei voluto, ma aveva delle esigenze e volevo soddisfarle per quanto surreale possa sembrare.

Volevo stare in campo quanto necessario, provare ad avviare gli scambi e rendere la partita fisica. Ovviamente ha funzionato" ha dichiarato il tennista di Atene in conferenza stampa, al termine della pesante vittoria contro uno stremato Sascha Zverev.

Poi ha proseguito: “Questo dimostra che sulla terra battuta, anche in situazioni come quella della semifinale, tutto è possibile. Se ci metti un po' di anima e di pazienza, riduci i tuoi errori non forzati e ti concentri su ogni scambio.

Quello è stato il mio punto di svolta, quando sono stato in grado di implementarlo nella mia mente e cercare di ridurre il più possibile gli errori gratuiti dalla fine del secondo set fino a quel momento. Ciò ha dato i suoi frutti, è stato un grande cambiamento" ha aggiunto.

I suoi obiettivi: "Concentrandomi sul lungo termine, ci sono tornei in cui dovrò dare il massimo per assicurarmi di poter competere ai massimi livelli. In ognuno di essi mostro che posso continuare così e fare anche meglio.

Ogni giorno è una sfida. Non cambia mai, davvero. Se faccio bene, il giorno dopo devo tornare in campo per dimostrare che ho la capacità di fare bene e che non è un caso. Questa è la mia motivazione.

Richiede molto tempo di formazione, molto lavoro ripetitivo. Ma in questa stagione mi sento come se avessi imparato dai miei errori passati. Posso sfruttare al meglio l'annata e renderla la migliore che abbia mai avuto" ha concluso.