Chris Evert avverte Naomi Osaka: "C'è sempre un prezzo da pagare"



by   |  LETTURE 1735

Chris Evert avverte Naomi Osaka: "C'è sempre un prezzo da pagare"

Il WTA 1000 di Miami ha restituito al tennis femminile un’ex numero uno del mondo: Naomi Osaka. La tennista giapponese è arrivata in finale del torneo statunitense, arrendendosi solo allo strapotere di questa stagione di Iga Swiatek, nuovo numero uno del mondo del circuito femminile.

Un ritorno sulle scene dopo i fatti degli US Open del 2018: nei mesi successivi, a Naomi Osaka è stata diagnosticata depressione e ansia. Una condizione che l’ha messa in difficoltà in molte occasioni, fino alla manifestazione degli Indian Wells.

Nell’altro WTA 1000 statunitense, la tennista giapponese è scoppiata a piangere dopo gli insulti ricevuti dagli spalti. Una situazione non facile per la vincitrice di quattro titoli del Grande Slam: è quello che ha voluto sottolineare un’altra vincitrice di titoli Slam, Chris Evert.

In un’intervista ad Eurosport, l’ex numero uno del mondo ha evidenziato la pressione cui le grande tenniste sono sottoposte. “Naomi è una persona molto sensibile e vulnerabile. Questa vita di tornei vincenti, di essere il numero uno al mondo, di vincere i Grandi Slam.

Questa competizione implica essere un obiettivo di cui tutti parlano, essere giudicati dai tifosi e dai media. Vedi come ti portano via la privacy. Non è solo giocare una partita in campo, è tutto ciò che c'è dentro.

È stata una lotta per lei", ha detto la vincitrice di diciotto titoli Slam.

Evert: “C’è sempre un prezzo per tutto”

Nell’intervista rilasciata a Eurosport, Chris Evert ha voluto specificare che le sue parole per Osaka non sono una critica, ma altro.

“Devi avere la pelle dura, questa è una realtà e non è una critica. Se non hai la pelle dura, puoi svilupparla perché devi capire che se hai così tanto successo, sei esposto a chiunque ti giudichi e parli di te”, ha detto l’ex tennista statunitense.

La statunitense, infine, ha spiegato che le campionesse, come Naomi Osaka, devono pagare un prezzo per quello che fanno sul campo. “Ho sempre pensato che se hai successo in qualsiasi campo e stai guadagnando milioni di dollari sul campo da tennis e da sponsor diversi, ne paghi il prezzo. C'è sempre un prezzo per tutto”, ha commentato la vincitrice di 18 titoli del Grande Slam.